02, Febbraio, 2023

Figline Incisa, il passaporto da gennaio 2023 si fa in Comune: firmato l’accordo in Questura

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Dal mese di gennaio 2023 il passaporto può essere fatto in Comune a Figline senza doversi recarsi a Firenze. È il risultato del protocollo d’intesa firmato dalla Questura di Firenze, la Città metropolitana di Firenze e quattro Comuni del territorio, Figline e Incisa Valdarno, Borgo San Lorenzo, Pontassieve e Barberino Tavarnelle.

Da gennaio 2023, ogni terzo mercoledì del mese sarà attivo uno sportello passaporti presso il municipio di Figline, in piazza IV Novembre, al quale potranno rivolgersi i residenti di Figline e Incisa Valdarno e Reggello. Sarà gestito direttamente dal personale della Questura, che si occuperà di ritirare la documentazione, prendere le impronte digitali e avviare la pratica. Il passaporto sarà pronto in circa sette giorni e potrà essere ritirato una settimana più tardi presso la Questura di Firenze (anche incaricando un delegato) oppure, se non si ha fretta, basterà aspettare l’appuntamento del mese successivo e ritirarlo in municipio a Figline.

Lo sportello riceve su appuntamento e le modalità di prenotazione sono le stesse già in funzione: lo si può fare online, sul sito www.passaportionline.poliziadistato.it, autenticandosi con Spid e scegliendo la sede di Figline come quella incaricata a gestire la pratica.

“Gli spostamenti internazionali – ha detto il Questore della provincia di Firenze Maurizio Auriemma – sono oramai una priorità per molte persone, sia per esigenze lavorative che familiari, pertanto è di primario interesse per la Polizia di Stato riuscire ad offrire sempre un adeguato servizio all’avanguardia con i tempi, non solo nell’ambito della sicurezza, ma anche per garantire il miglior funzionamento possibile dei servizi pubblici rivolti ai nostri cittadini”.

“Una buona amministrazione – commentano la sindaca del Comune di Figline e Incisa Valdarno Giulia Mugnai e il vicesindaco Enrico Buoncompagni – è un’amministrazione che sa essere vicina ai cittadini offrendo servizi di qualità e di prossimità. Siamo molto soddisfatti, oggi, di dare il via a questa iniziativa, una vera innovazione per il territorio della Città Metropolitana, di cui ringrazio la Questura di Firenze. Un risultato in linea con l’ampio investimento nel miglioramento dell’accessibilità dei servizi che il Comune di Figline e Incisa Valdarno sta portando avanti negli ultimi anni, da un lato investendo sulla digitalizzazione, dall’altro rafforzando gli sportelli di prossimità rivolti, alle aziende, ai professionisti e ai singoli cittadini”.

Articoli correlati