18, Aprile, 2024

Bambini da tutta Europa arrivati a Figline: partita l’accoglienza del progetto Erasmus “Shatter the grey!”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Sono 27 i bambini arrivati questa mattina a Figline: vengono da sei diversi paesi europei, per la precisione Grecia, Lituania, Bulgaria, Spagna, Repubblica Ceca e Cipro; con loro anche 15 insegnanti. Tutti sono ospitati dalla comunità scolastica e dalle famiglie dei bambini valdarnesi coinvolti. Un mix di culture e lingue, unite da un progetto specifico: quello Erasmus “Shatter the grey!”, di cui è capofila la Grecia, e a cui ha aderito l’Istituto comprensivo di Figline. Le classi delle scuole primarie condividono momenti di crescita, studio e approfondimento, e finalmente dopo la pausa dovuta alla pandemia tornano anche a viaggiare in questi momenti di scambio culturale che sono occasioni di conoscenza reciproca.

Tutte le delegazioni sono state accolte questa mattina in Palazzo Pretorio a Figline, alla presenza della Dirigente scolastica, Lucia Maddii, della sindaca di Figline e Incisa, Giulia Mugnai, insieme all’assessora all’istruzione Francesca Farini. Un momento di festa e di conoscenza per tutti. L’Amministrazione comunale ha regalato agli studenti il fumetto di Marsilio Ficino in lingua inglese e il catalogo della mostra “Il senso dei luoghi” curato da TerraProject.

“L’obiettivo di questo progetto – hanno spiegato le docenti coordinatrici al Comprensivo di Figline, Ilaria Giachi e Giovanna Pozzi – è lo sviluppo di una coscienza europeista, attraverso il potenziamento delle competenze linguistiche, digitali, la collaborazione fra alunni e insegnanti. I contenuti del progetto si ispirano agli obiettivi dell’Agenda 2030, in riferimento soprattutto al rispetto, alla tutela e alla conoscenza dell’ambiente, ai concetti di sostenibilità, alla valorizzazione della propria e dell’altrui cultura. E sono proprio questi aspetti su cui lavoreremo in questi giorni: le delegazioni rimarranno con noi fino a venerdì, lavoreremo nelle scuole ma li accompagneremo anche a conoscere il nostro territorio, la città di Firenze, e abbiamo in programma laboratori proprio dedicati all’ambiente”.

“Ci teniamo – hanno concluso le docenti – a ringraziare tutto l’Istituto Comprensivo, dalla Dirigenza scolastica fino a tutti i colleghi docenti, l’Amministrazione comunale che ci ha supportati anche concretamente, l’Istituto Vasari di Figline che ci ospita a pranzo grazie all’indirizzo alberghiero ma anche con alcuni degli studenti che ci faranno da guide, in lingua inglese, alla scoperta di Figline”.

“Io ringrazio l’Istituto Comprensivo di Figline – ha detto la sindaca Mugnai – perché ha fortemente voluto costruire un progetto di integrazione, relazione e rapporto tra diversi paesi dell’Europa; inoltre è un progetto interamente dedicato alle questioni di carattere ambientale, e si parlerà tra bambini delle scuole provenienti davvero da tantissimi paesi europei di come dobbiamo combattere il cambiamento climatico, e prenderci cura della terra in cui viviamo. Un progetto bellissimo, che parla di futuro”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati