03, Luglio, 2022

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

IL SONDAGGIO DI VPOST

Dove vorresti fosse organizzato il mercato settimanale del tuo comune?

Gli eventi in Valdarno per il fine settimana del Primo maggio

Più lette

In Vetrina

VENERDì 29 APRILE

San Giovanni – Si chiudono gli appuntamenti di aprile con la rassegna Le Piazze del Sapere: venerdì sarà presentato il libro di Nicola Coccia “Strage al Masso delle Fate” mentre sabato il giovane artista Samuele Frattasio, in arte Sama Cabra,  parlerà della sua graphic novel “La maschera della tessitrice”. Nell’ambito delle celebrazioni per la Festa della Liberazione, venerdì 29 aprile alle 17,30 Nicola Coccia presenterà il libro “Strage al Masso delle Fate. Ottone Rosai, Bogardo Buricchi ed Enzo Faraoni dal 1993 alla liberazione di Firenze” (Edizioni Ets). Il libro racconta l’attività di una piccola formazione partigiana guidata da un poeta e da un pittore fino al più importante attacco alle linee ferroviarie dell’Italia centrale e alla fabbrica di armi. Gli effetti di questo assalto si intrecciano con la vita di Ottone Rosai nella cui casa si rifugia Bruno Fanciullacci, il gappista più ricercato della Toscana, ma anche con l’uccisione di Giovanni Gentile e con la cattura del famigerato Mario Carità e del suo degno allievo Pietro Koch che per una settimana aveva rinchiuso in un armadio Luchino Visconti. Una serie di persone e fatti concatenati nella Firenze degli anni ’30 e ’40, dove la gente era affamata d’arte, poesia e libertà. Quindici anni di ricerche e interviste fino al ritrovamento all’Archivio centrale dello Stato di un documento inedito che svela, finalmente, la destinazione di tonnellate di tritolo che i tedeschi avevano destinato a quattro città per rallentare l’avanzata Alleata. Oltre all’autore interverranno Giuseppe Morandini, presidente Anpi Valdarno e il giornalista Francesco Tozzi.

SABATO 30 APRILE

Figline Incisa -Un pomeriggio di animazione per bambini a cura dell’associazione Dodò, presso i giardini di via Olimpia, dalle 16. Sempre in via Olimpia, ci sarà un’esibizione dell’Asd Gruppo sport e cultura e delle attività che promuove sul territorio, dalla ginnastica ritmica e artistica al fitness per tutte le età. Ultimo appuntamento con “I sabati della cultura”, le giornate dedicate al patrimonio artistico della città durante le quali restano aperte e visitabili liberamente per tutto il giorno le collezioni di quattro istituzioni culturali cittadini: si tratta della Casa della Civiltà Contadina di Gaville, del Museo di Arte Sacra della Collegiata di Santa Maria, della Fondazione Giovanni Pratesi e dell’Antica Spezieria Serristori. Visite a ingresso libero dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Si chiude anche “Fuori Serie: la letteratura incontra le serie tv”, il ciclo di incontri di approfondimento sui romanzi, racconti, fumetti o testi teatrali diventati serie tv di successo. L’appuntamento di sabato 30 aprile alle 17 alla Biblioteca comunale Marsilio Ficino di Figline si intitola “Crescere insieme” ed è dedicato al racconto di formazione nella serialità televisiva contemporanea.

Castelfranco Piandiscò – Sabato 30 Aprile alle ore 21:15 il teatro comunale Wanda Capodaglio ospiterà l’ultimo spettacolo della stagione 2021/2022 “CONTROCANTO per Roberto” di Norma Angelini e Fabio Monti, ispirato alle opere del poeta Roberto Fabbrini. Uno spettacolo musicale che celebra l’opera di Roberto Fabbrini, poeta di Abbadia San Salvatore, sul monte Amiata, malato di SLA dal 2004, scomparso nel 2011 a seguito della malattia. Della sua malattia, ha tratto dei racconti (pensieri) poetici che sono testimonianza di luce tra le più alte, limpide. Spinge a credere che gli angeli esistano, che l’amore è più forte davvero di tutto, persino dell’impossibilità di manifestarlo, magari semplicemente con un sorriso o un accenno, con qualcosa di tangibile. Leggendo Roberto, si sente forte lo sforzo spaventoso e inesauribile di un uomo che cerca, nella sua condizione di sepolto vivo in un corpo immobile qualcosa da donare agli altri.

Laterina – al Teatro Comunale di Laterina nuovo appuntamento con la
stagione teatrale: in scena “I VITA NOVA, LA BREVE STORIA DELL’UNICA BAND DI
DANTE ALIGHIERI”. Nella Firenze di inizi anni ‘90, un gruppo di giovani cantautori, cercano di realizzare i propri sogni musicali. L’incontro con Dante Alighieri un giovane musicista dal talento unico, gli porterà a fondare una pop band. L’amore e le donzelle sono i temi delle loro canzoni, che gli consacreranno la band più celebre e meno duratura degli anni ‘90: “I Vita Nova”.

Bucine – Presso il ristorante La Leccarda avrà luogo la presentazione di un interessante libro in due volumi su “Le terme della Toscana dal Medioevo ad oggi”, autrice la Prof.ssa Anna Guarducci dell’Università di Siena, ASKA edizioni, promossa dall’associazione Per la Valdambra in collaborazione con il comune di Bucine e la Società Fiordaliso. Seguirà poi la comunicazione riguardo lo stato dell’arte del progetto del polo termale La Leccarda a cura del promotore della iniziativa con il comune di Bucine. La serata si concluderà, per chi si vuole trattenere, con una cena a pagamento al ristorante La Leccarda.

San Giovanni – Prosegue l’esposizione, realizzata in collaborazione con il Fotoclub Il Palazzaccio, che rimarrà allestita fino a sabato 30 aprile, giorno in cui l’artista, alle 18, presenterà la sua graphic novel “La maschera della tessitrice” (Weird book). Nella città di Mistville, che richiama le forme e i sapori delle opere di Tim Burton, vive Scarlett, una rinomata sarta, alla quale viene affidata la realizzazione delle maschere per il grande ballo che si tiene ogni anno. Scarlett però non è felice, non si riconosce in quel mondo in cui tutto è all’apparenza perfetto, e i suoi pensieri sono cupi, intrusivi. Il lavoro per realizzare le maschere è tanto ma una donna che si fa chiamare “la Tessitrice”, fa a Scarlett una richiesta che suggella un patto di sangue, infrangibile. La Tessitrice mostra a Scarlett il suo mondo invisibile e tra le due donne si crea un legame tra l’incubo e il sogno. Oltre all’autore e artista interverrà all’evento anche Simone Battaglini, esperto di fumetti.

 

DOMENICA 1 MAGGIO

Loro Ciuffenna – Il Comune di Loro, in collaborazione con Vagamondo Trekking, Materiali Sonori, Museo Venturino Venturi e con il sostegno di Regione Toscana, domenica 1 maggio, dalle ore 14 organizza un escursione che partirà dal Circolo Arci Pratomagno di Modine per Gorgiti, Rocca Ricciarda e ritorno a Modine. Un’escursione (di media difficoltà) lungo il corso del fiume Ciuffenna che sarà anche uno spettacolo, con la messa in scena curata da Arlo Bigazzi, realizzato nel rispetto della dimensione ambientale: “Voi non mi mentite – cammino tra parole, musica, torrenti e borghi di montagna”. Lungo il percorso, appariranno le performance di Bettina Borri, Chiara Cappelli, Leonardo Pagliazzi, i visual di Simona Canacci e le musiche di Stefano Donato, Marco Furelli, Arlo Bigazzi, Mirio Cosottini, Lorenzo Boscucci in compagnia di testi da Publio Virgilio Marone, Tibaldo da Vernon, Jules Michelet, Henry David Thoureau, Emily Dickinson, Arthur Rimbaud, Jacques Prévert, Rafael Alberti, Venturino Venturi, Franco Arminio, Elif Shafak.

Rignano – Domenica 1° maggio mercatino in via Vittorio Veneto. Appuntamento domenica 1° maggio 2022 con la Festa di Primavera organizzata dalla Pro Loco Rignano in collaborazione con il Comune di Rignano sull’Arno. Dalle 9 mercatino e altre iniziative per le strade del capoluogo, musica nel pomeriggio a partire dalle 15.

Rignano – Appuntamento alle 17:30 al Circolo SMS di San Donato in Collina. La Scuola di Musica di Rignano, con il patrocinio del Comune di Rignano sull’Arno, presenta il Concerto del 1° Maggio.“A Jazzy Evening”, un pomeriggio in musica con The Beat Halls Jazz Quintett.

Figline Incisa – Gran finale per il Perdono di Primavera il 1° maggio, dalle 16, con una festa che coinvolgerà tutto il centro di Incisa. A partire dalle 16, l’esibizione della Girlesque street band, la sfilata delle “Bianche presenze”, i trampolieri in costume della compagnia Accademia creativa, una dimostrazione di capoeira con la possibilità di cimentarsi gratuitamente in questa disciplina e un’esposizione a cura di Croce Rossa Incisa e Prociv Incisa sulle attività portate avanti dalle due associazioni.

Articoli correlati