22, Maggio, 2024

Bucine, Nicola Benini lancia ufficialmente la candidatura con la lista civica ‘Insieme’. “Scelta necessaria, pronti a portare avanti il nostro lavoro”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il sindaco uscente Nicola Benini e gran parte della sua attuale maggioranza hanno annunciato più di un mese fa la nascita della lista civica “Insieme. Nicola Benini Sindaco”. Oggi Benini, ufficializzata la sua candidatura, esprime gli scopi del gruppo e inaugura la sede elettorale – “Questa lista civica riunisce principalmente i membri dell’attuale maggioranza di governo e mira a proseguire il percorso di opere e progetti avviato negli ultimi anni. L’obiettivo è di mantenere la continuità con l’amministrazione attuale e di portare a termine le iniziative già avviate”.

Nicola Benini, candidato sindaco di Bucine:”Ci presentiamo come lista civica Insieme. Nicola Benini sindaco. Un’avventura nuova dopo i cinque anni fatti come Centrosinistra per Bucine; una scelta derivata dal fatto che il PD non ci ha concesso altra possibilità. Una parte del partito riteneva che la nostra esperienza di amministrazione si dovesse concludere e noi ci siamo riuniti con tutto il gruppo uscente: giunta e consiglio comunale e la quasi totalità del gruppo ha deciso che fosse necessario portare avanti il nostro lavoro nel rispetto delle persone che ci hanno votato 5 anni fa e anche per portare a termine i tanti progetti avviati in questi anni. Purtroppo i primi due anni della legislatura, li abbiamo passati chiusi in casa causa Covid e questo ci ha penalizzato – nonostante ciò abbiamo tenuto botta; abbiamo tenuto aperta la nostra casa di riposo risistemandola; abbiamo affrontato anche altre questioni spinose come la vicenda del Keu; chiuso dei contenziosi ereditati delle precedenti Amministrazioni comunali e abbiamo mantenuto sempre la barra dritta con un bilancio sano, mantenendo anche praticamente invariati nei limiti del possibile anche la pressione fiscale nei confronti dei cittadini e veramente con un lavoro di gruppo che ci ha portato a finire cinque anni tutti compatti. Questa esperienza, solidità e correttezza che c’è stata nei confronti e all’interno del gruppo, la trasmetteremo per i prossimi cinque anni; sicuri che ci saranno tante cose da fare e sicuri di coinvolgere tanti giovani che hanno aderito alla nostra lista.”

I prossimi cinque anni. Continua Benini:” Nella parte iniziale metteremo a frutto i tanti finanziamenti ricevuti – oltre 5 milioni di euro e porteremo a conclusione i tanti cantieri avviati o che stanno nascendo in questi giorni. In questi anni abbiamo fatto e avviato tante cose: a partire da un primo adeguamento sismico del plesso scolastico di Bucine (250.000 euro); abbiamo risistemato il centro storico e lo stiamo ancora sistemando nella piazza del Castello (700.000 euro di lavori); stiamo realizzando l’asilo nido di Ambra che è già in ottima fase (630.000 euro del Pnrr); stiamo finendo sia il campo sintetico di Bucine che gli spogliatoi di Ambra che inaugureremo a breve. A breve inaugureremo anche il depuratore di Ambra, seguiranno nei prossimi anni i depuratori di Pietraviva, Mercatale e Badia Agnano. Abbiamo intrapreso un percorso con la Regione per l’invasione di Montalto.” 

Interventi in conclusione e progetti futuri; conclude Benini:” Nell’Ultimo Consiglio è stato approvato l’intervento all’incrocio di Capannole dove verrà rifatto il ponte e l’arginatura; abbiamo in avvio un intervento di miglioramento nel plesso scolastico di Bucine; realizzeremo la pista di atletica e intanto abbiamo già progettato nuovi spogliatoi per l’impianto di Badia Agnano. Abbiamo chiesto un finanziamento per risistemare i lastricati di Badia Agnano e San Leolino; un finanziamento che non abbiamo ottenuto per un intervento che diventa comunque una nostra prerogativa. Invece abbiamo ottenuto il finanziamento per ristrutturare il lastricato di Rapale. Ci sono tantissime iniziative: il progetto della nuova casa di riposo. La nostra casa di riposo ha bisogno di grandi lavori a livello sismico e il nostro progetto, già approvato con delibera tempo fa, prevede la realizzazione di una casa di riposo con circa 50 o 60 posti accanto all’asilo. Una volta trasferita l’attività potremo mettere mano sulla vecchia struttura e pensare anche a un incremento dei servizi. Parallelamente a Pogi costruiremo una struttura che si chiama Casa Pogi, casa famiglia per anziani, dove troveranno assistenza gli anziani grazie anche al progetto della telemedicina. Una cosa fondamentale da implementare è il rapporto con le associazioni e il territorio. Bucine e la Valdambra sono vivi e sono vitali proprio grazie all’esistenza di tante Pro Loco e dell’associaizonismo.”

 

Articoli correlati