18, Giugno, 2024

La Sangiovannese attende l’Arezzo, potrebbe essere la partita della svolta

Più lette

Derby casalingo contro l’Arezzo per la Sangiovannese,   partita che in caso di vittoria potrebbe rappresentare quella svolta attesa nel campionato degli azzurri, specie dopo la batosta di domenica (5-1) con il San Donato. Nella malagurata ipotesi che dovesse arrivare un’altra sconfitta, dalla societò potrebbero arrivare delle decisioni importanti per dare una scossa all’ambiente, visti i tre soli miseri punti messi insieme finora.

L’avversario è difficile (lo dimostrao i numeri) in quanto, accreditato di sedici punti (in testa con altre tre squdare) e  una sola sconfitta (il 24 ottobre e Follonica) è stato costruito per ritornare subito fra i professionisti dopo la retrocessione dello scorso anno e sta pienamente rispettando quelle che erano le attese, anche se la concorrenza non manca.

La statistiche elaborate da Leonardo De Nicola rircordano  che la sfida fra Sangiovannese e Arezzo torna dopo 13 anni dall’ultima volta e nella loro storia le dua sqaadre si sono affrontate 38 volte con 12 successi per il Marzocco, 11 per il Cavallino e 15 pareggi. L’ultima vittoria della Sangiovannese a livello di serie D risala al campionato 1955-1996, gara in notturna con gol-partita di Lorenzo Morandini.

Per quello che riguarda la Sangiovennse assenti sicuri Lorenzoni, Bellini e anche Lazzoni è in forte dubbio. Calosi invece è recuparato e potrebbe essere gettato nella mischia dal primo minuto. Non sono attesi altri cambi in formazione.

Foto di Roberto Magri

Articoli correlati