15, Aprile, 2024

San Giovanni, Carnevale: gran finale martedì per piccoli e grandi. Sfilate, musica e divertimento per tutti

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Dopo due anni di ‘stop’ causati dalla pandemia quest’anno è tornato in grande stile il Carnevale a San Giovanni con sfilata e carri allegorici.

Ad organizzarlo la Società del Carnevale sangiovannese con la collaborazione e il contributo del Comune di San Giovanni Valdarno e dalla Pro loco cittadina.

Delle tre giornate di sfilate, maschere, musica e divertimento adesso rimane il gran finale di martedì 21 febbraio. Una giornata di festa organizzata per far divertire piccoli e grandi con musica anni ’70-’80 con DJ Enrico Tagliaferri.

 

La colonna sonora della sfilata dei carri è affidata al complesso folk “LaRanocchia” di Orentano, alla “Premiata filarmonica Monterosso di Terricciola” e alla “Sciacchetra’ streeet band” di San Giovanni Valdarno. Re Giocondo, come di consueto, aprirà la sfilata e quest’anno sarà un dottore che, da un affollato reparto di terapia intensiva, cercherà di curare i malati con allegri coriandoli. Il secondo carro, dal titolo “Hotel Transilvania”, ospiterà mostri, streghe e i personaggi della famiglia Addams. Balleranno a terra le ragazze della scuola Every dance studio. Troviamo poi “Vaccini a go go”: le preziose cure, che portano i nomi di vini italiani, sono lasciate in una cantina a fermentare e invecchiare. Infine il carro dei bambini dal titolo “Coriandoli di pace” che sposta l’attenzione su un’altra grande tematica di triste ma necessaria attualità.

Tanti i volontari che ruotano intorno all’organizzazione di queste giornate di festa.

E poi gli Uffizi che richiedono un’attenzione e una passione particolare. La sfilata, in abiti storici, rievoca il periodo storico e una delle tradizioni più antiche di San Giovanni.

Martedì 21 febbraio in piazza Cavour, al termine dell’ultima sfilata dei carri, salirà in consolle lo storico deejay Enrico Tagliaferri che dalle 17,30 alle 20,30, ingresso gratuito, farà divertire l’intera piazza con le sonorità dei meravigliosi anni ‘70 e ’80 per un tuffo nel passato che renderà speciale il pomeriggio nel centro storico della città di Masaccio.

Articoli correlati