01, Febbraio, 2023

ISIS Valdarno e Pnrr: per una didattica innovativa e una progettualità che volge lo sguardo al futuro

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

I fondi del Pnrr in ambito scolastico si concentrano in particolar modo sullo sviluppo di attività nell’ambito della formazione dei docenti, nell’ambito della dispersione scolastica e di scuole innovative e laboratoriali. L’ISIS Valdarno, attenta nel partecipare ai bandi, si è aggiudicata fondi per poter lavorare con spirito nuovo ed innovativo. 

Nell’ambito della formazione dei docenti, l’ISIS Valdarno sarà, a partire dai prossimi mesi, una scuola polo per la formazione a livello nazionale dei docenti e di tutto il personale della scuola nell’ambito della transizione digitale. Il Dirigente Scolastico Lorenzo Pierazzi:” Il finanziamento dell’Unione Europea che all’interno dell’ISIS Valdarno possono essere attivati dei corsi che avranno delle modalità sia on-line sia in forma massiva di attività su piattaforme, ma anche con corsi residenziali dove docenti personale tecnico ausiliare amministrativo e anche dirigenti scolastici saranno a San Giovanni Valdarno provenienti da ogni parte d’Italia. ”

Sulla dispersione scolastica, continua Pierazzi:” Allo stesso tempo per quanto riguarda la dispersione scolastica L’ISIS Valdarno sarà promotore di attività per quelli che sono i progetti per la riduzione dei divari territoriali. I corsi saranno attivati e finalizzati alle studentesse agli studenti del territorio sia delle scuole del primo ciclo e del secondo ciclo. Saranno dei corsi che prevederanno il recupero di competenze di base e anche di competenze professionali. Il terzo e importante filone di sviluppo della scuola riguarda più specificatamente quelli che sono i laboratori. Ci saranno delle attività che prevedono due framework con l’obiettivo di rivedere gli spazi e rivedere anche il tempo scuola in funzione di una didattica altamente innovativa e tecnologica che tiene conto di tre principali caratteristiche: la tecnologia, il rispetto dell’ambiente, l’energia rinnovabile – tutto quello che ruota intorno all’edugreen. Infine, le strategie di comunicazione e ti rendicontazione di quanto viene attivato all’interno delle nostre aule.”

Questo tipo di progettualità si inserisce in un percorso già intrapreso dall’ISIS Valdarno. Conclude Pierazzi:” A partire dalle avanguardie educative di INDIRE, una didattica moderna, evoluta, fresca, innovativa trova dimora all’interno delle nostre aule, senza dimenticare tutta la progettualità legata ai Future Labs, che nel corso dei due anni di pandemia ha visto la scuola erogare migliaia di ore di formazione nella versione online prima di tornare al metodo residenziale. Allo stesso tempo sono in dirittura d’arrivo i laboratori territoriali per l’occupabilità che dovranno essere popolati, non solo dalle istituzioni scolastiche del territorio ma anche dalle agenzie formative, le associazioni culturali, dalle amministrazioni – la partecipazione al polo tecnico ed essere socio fondatore dell’ITS Energia e ambiente.”

Articoli correlati