01, Febbraio, 2023

“I Mestieri dell’Arte fra Tevere ed Arno”, una mostra punto di incontro tra artigianato e scuola

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Presentata nella Pieve di San Giovanni Battista l’esperienza di alternanza scuola-lavoro realizzata in collaborazione con Confartigianato, CNA, Comune di San Giovanni Valdarno, ISIS Valdarno e le Associazioni dei Bersaglieri e Carabinieri in pensione. I ragazzi e le ragazze dell’indirizzo ‘turismo’ hanno accolto i visitatori.  Una sinergia che ha permesso l’incontro tra i mestieri artigiani e le capacità di promozione e accoglienza dei giovani studenti.

Nella Pieve esposte le creazioni, vere e proprie opere d’arte nate dalla maestria degli artigiani.

“Un pregio e un vanto per San Giovanni essere stati scenario di questo proficuo connubio tra arte e artigianato grazie all’esposizione allestita in Pieve ‘I mestieri dell’Arte fra Tevere ed Arno’, che ha raccolto grande consenso e partecipazione e che si poneva in un ideale dialogo con la vicina mostra ‘Masaccio e Angelico. Dialogo sulla verità nella pittura’ – ha sottolineato il sindaco di San Giovanni Valdarno, Valentina Vadi – Come Amministrazione inoltre non possiamo che essere soddisfatti della sinergia creata tra le associazioni di categoria, la scuola e il Comune per offrire agli studenti e alle studentesse esperienze e capacità anche al di fuori delle aule scolastiche. Progetti come questo arricchiscono le singole realtà che vi partecipano e moltiplicano le occasioni per la comunità”, ha aggiunto il sindaco.

“Si è concluso il progetto che ha visto i ragazzi e le ragazze dell’Istituto Valdarnese impegnati nella realizzazione della mostra ‘I mestieri dell’Arte fra Tevere ed Arno’ – ha sottolineato il presidente dell’area Valdarno della Confartigianato, Daniele Beligni – L’entusiasmo nostro e degli studenti ci ripaga del lavoro che insieme abbiamo portato a termine mettendo a sistema il frutto della creatività e laboriosità dei nostri artigiani con la voglia di imparare e mettere a terra le competenze già acquisite da parte degli alunni”.

“La comunità scolastica dell’ISIS Valdarno è particolarmente orgogliosa di aver partecipato a questo importante progetto che racchiude in sé molteplici spunti di riflessione –  ha sottolineato il dirigente scolastico Lorenzo Pierazzi – Innanzitutto, prendendo le mosse dalla straordinaria mostra dell’Angelico e di Masaccio, si è potuto porre l’accento sui punti di contatto che intercorrono tra “arte e mestieri” che, in questo caso, trovano un fertile terreno d’incontro nell’ambito dell’artigianato artistico. Inoltre, per le studentesse e gli studenti dell’ISIS Valdrno, si è trattato di mettere in gioco le proprie competenze acquisite nell’indirizzo Turismo, nel supportare la presenza dei visitatori, il tutto in uno spirito di piena collaborazione con gli organizzatori, più in particolare con l’amministrazione comunale di San Giovanni Valdarno”.

“Non da meno, deve essere sottolineato l’aspetto inerente l’esperienza di Pcto attivata e la rinnovata collaborazione con le associazioni di categoria con le quali la scuola realizza da anni progettazioni di altissimo livello che permettono alle studentesse e agli studenti di acquisire competenze spendibili con estremo successo sia nel mondo del lavoro che degli istituti tecnici superiori e delle facoltà universitarie”, ha concluso Pierazzi.

L’amministrazione e la scuola da un lato, le categorie artigiane dall’altro per centrare obiettivi che nel tempo hanno l’ambizione di dare linfa ed energia al settore in una sorta di scambio del testimone per non perdere nulla di quanto è stato tramandato nei secoli, ma anzi arricchendo di nuove prospettive creative il settore.

“Siamo soddisfatti di come i cittadini Sangiovannesi e Valdarnesi hanno risposto alla mostra ‘I mestieri dell’Arte fra Tevere ed Arno’. Le presenze sono state molteplici e le imprese hanno riscontrato interesse verso le proprie opere – ha sottolineato Monica Turini, responsabile Cna area Valdarno – Il progetto che nasce con l’obiettivo di valorizzare e promuovere l’artigianato artistico, non ha deluso le aspettative. L’auspicio è che da questa esperienza alcuni giovani possano trovare interesse e si possano avvicinare con passione ai nostri mestieri”.

“I ringraziamenti – hanno concluso i dirigenti di Cna e Confartigianato – vanno a tutti coloro che hanno creduto con noi a questo progetto in primis l’amministrazione Comunale di San Giovanni Valdarno, la Pro Loco, la Camera di Commercio Arezzo-Siena, la Banca del Valdarno , l’Associazione Nazionale dei Carabinieri e dei Bersaglieri, l’istituto scolastico Isis Valdarno”.

Articoli correlati