13, Giugno, 2024

Voce ai cittadini, “Dopo oltre 30 anni viene soppressa la linea degli autobus Montevarchi-Firenze. Una scelta inaccettabile”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Pubblichiamo la segnalazione di una cittadina di Terranuova sulla soppressione della linea Montevarchi-Firenze. Una soppressione che, secondo la lettrice, è un grave danno per molti lavoratori.

“Siamo un gruppo di lavoratori pendolari che utilizza la linea che parte da Montevarchi alle ore 6.45 e percorrendo la statale n.69 arriva a Firenze; abbiamo appreso in via ufficiosa dagli autisti (è invece mancata totalmente la comunicazione ufficiale da parte dell’azienda) che, con la chiusura delle scuole, questo servizio essenziale per tutti quei territori, come La Massa, I Ciliegi, Leccio, ecc. non serviti da altri mezzi, sarà soppresso. Una scelta così drastica è inaccettabile e ingiustificabile che ci penalizza in maniera netta dato che non possiamo usufruire di mezzi alternativi come il treno, non essendo le zone adeguatamente coperti da un trasporto pubblico aggiuntivo. In questo modo si impedisce ai lavoratori/pendolari di giungere in orario sul posto di lavoro senza considerare gli ulteriori disagi nel sostenere uno spostamento quotidiano”.

“I lavoratori sono condannati ad arrangiarsi e a subire nuove spese per il ricorso a un mezzo proprio, malgrado l’esborso di un abbonamento annuale già incassato dal gestore per un servizio che nel periodo estivo viene addirittura soppresso. Se si devono operare dei tagli, che siano fatti avendo sempre presente l’obiettivo di fornire un servizio pubblico proprio a quelle zone e territori dove non c’è n’è uno alternativo; invece fino ad ora si sono tagliate corse e, qualcuno di noi li ha già subiti, proprio in queste stesse zone e in orari di massima utenza come l’uscita dal lavoro”.

“Abbiamo scritto una nota di protesta al gestore Autolinee Toscane, alla Provincia di Arezzo e di Firenze, ai Comuni di Montevarchi, San Giovanni Valdarno, Terranuova Bracciolini e Figline e Incisa Valdarno; ad oggi, ci ha risposto il Sindaco di Montevarchi condividendo in pieno la nostra protesta ed il nostro disaccordo. Dal gestore, dagli enti istituzionali e da quelli competenti, nessuna risposta”.

Per le segnalazioni:

Voce ai cittadini

Articoli correlati