27, Giugno, 2022

Via libera al bilancio di previsione: manovra da 13 milioni di euro con priorità a sociale, scuola e lavori pubblici

Più lette

In Vetrina

Particolare attenzione alle politiche sociali e ai servizi, visto il difficile momento economico. L’assessore Cipro: “Non abbiamo aumentato nessun tributo comunale, abbiamo ridotto progressivamente l’indebitamento del Comune”. Nel piano triennale previsti investimenti in opere pubbliche per 20 milioni di euro

È arrivato il via libera del Consiglio Comunale, venerdì 29 gennaio, al bilancio di previsione del Comune di Rignano: una manovra dal valore complessivo di 13 milioni di euro, che vede investimenti in particolare dei comparti del sociale, della rigenerazione urbana e degli investimenti in opere pubbliche. E per quanto riguarda le opere pubbliche, il piano triennale 2021/2023 prevede investimenti per 20 milioni di euro. 

Soddisfazione è stata espressa dall'assessore al Bilancio Tommaso Cipro, che ha ringraziato l'intera giunta: "Stiamo attraversando la peggiore situazione economica dal dopoguerra – ha detto – ma la gestione finanziaria del comune risulta sana e consolidata nel triennio previsto. Aumentare i servizi al cittadino e al contempo incrementare gli investimenti in opere pubbliche per circa 20 milioni di euro è un obiettivo che non abbiamo mancato. Tutto ciò senza aumentare nessun tributo comunale ed anzi riducendo progressivamente l'indebitamento del Comune. Questo risultato è dato da un'attenta ed oculata gestione delle risorse sia sui servizi che sugli investimenti".

Il bilancio di previsione conferma la volontà di salvaguardare gli interventi in ambito sociale e scolastico, mantenendo come obiettivo principale la necessità di rispondere ai nuovi bisogni, dettati dall’emergenza sanitaria, a favore delle famiglie e delle imprese rignanesi in difficoltà. E sul fronte dei servizi e dei tributi non ci saranno aumenti tariffari: le aliquote comunali, infatti, rimangono invariate come invariato resta l'impegno attraverso le agevolazioni tariffarie e i contributi ai canoni di locazione in affitto, per sostenere coloro che hanno perso il lavoro o che si trovano in condizioni di difficoltà economica. 

Tra le voci di spesa del bilancio si evidenza il sostegno agli indigenti e a tutte le iniziative in favore dei diversamente abili, attraverso uno stanziamento di 350mila euro; l'arrivo di nuovi buoni spesa per la solidarietà alimentare, attraverso fondi comunali per i pacchi alimentari con il supporto delle associazioni di volontariato rignanesi; un investimento di 1 milione e 300mila euro sul fronte delle politiche sociali, con 90mila euro destinati alla tutela e alla valorizzazione dei beni e delle attività culturali; l'integrazione del “Fondo Covid”, per circa 500mila euro, per contrastare le difficoltà create dalla situazione epidemiologica.

Per la salvaguardia del tessuto economico e sociale, l'Amministrazione valuterà la messa in atto di nuove forme di sostegno (per Tosap, Tari) dedicate alle imprese e alle attività produttive del territorio, colpite dall’emergenza Covid-19. In quest'ottica, l'aumento Tari, previsto nell'ultimo piano finanziario approvato, è stato evitato attraverso l'utilizzo dei trasferimenti statali vincolati all'emergenza.

Sul fronte della scuola, oltre agli investimenti effettuati in edilizia scolastica per 2 milioni e 100mila euro circa, nel 2021 verranno offerti alla cittadinanza servizi in istruzione e diritto allo studio per un controvalore pari a circa 800mila euro. 

Previsti interventi di riqualificazione urbana e paesaggistica sia per il capoluogo che per le frazioni. Per la sicurezza stradale e dei pedoni, confermati i restanti 470mila euro per la realizzazione della passerella che va a collegare il centro abitato di Rignano all’area degli impianti sportivi attraverso il percorso pedonale nel Binario 2. Prevista anche l’asfaltatura della strada comunale di Salceto per un importo di 125mila euro, e  l'acquisizione definitiva al patrimonio comunale dell'immobile di proprietà RFI, adiacente al parcheggio della stazione ferroviaria, per 90mila euro. 

Sul capitolo delle infrastrutture la voce di spesa più importante riguarda la prosecuzione della progettazione relativa alla cosiddetta “variante di Troghi”, finanziata con 710mila euro, e per le opere di completamento alla mobilità e accessorie che permetteranno di riqualificare l'intera vallata di Troghi-San Donato e Cellai.

Infine lo sport: a bilancio numerosi investimenti tra cui, grazie ad un finanziamento regionale, 215mila euro per la riqualificazione dell'impiantistica sportiva di Via Roma e 425mila euro per la realizzazione del nuovo campo da calcio sussidiario. Proseguono anche gli investimenti rivolti al benessere e alla salute delle persone, attraverso l'inserimento nel bilancio pluriennale delle risorse per addivenire alla realizzazione della Ciclopista sul fiume Arno, per 825mila euro. A Rosano, per 270mila euro, si procederà alla riqualificazione dell'edificio di proprietà comunale e degli ex campi da tennis. Ulteriori risorse saranno utilizzate per  mettere in sicurezza la viabilità pedonale tra la frazione e Pontassieve.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati