18, Agosto, 2022

Verso la stesura del nuovo Piano strutturale: il comune d il via al percorso di partecipazione dei cittadini

Più lette

In Vetrina

stato avviato l’iter per la redazione del nuovo Piano strutturale e l’aggiornamento del Piano operativo del comune di Bucine: sono gli strumenti che disegnano lo sviluppo futuro del territorio. Partito anche il percorso di coinvolgimento dei cittadini

Il Comune di Bucine ha dato il via al percorso di partecipazione pubblica nell'ambito della redazione del nuovo Piano Strutturale e all’adeguamento del Piano Operativo vigente. "Un percorso importante per il Comune di Bucine – ha detto il Sindaco Nicola Benini – al quale mi auguro si possa trovare la massima partecipazione: cittadini, associazioni e tecnici potranno attivamente fornire il proprio contributo affinché il territorio possa essere valorizzato, rispondere alle prospettive di sviluppo sostenibile che il Comune intende promuovere e quindi rispondere alle esigenze di chi ci vive e ci lavora".

Le proposte e i contributi potranno essere presentate fino al 31 luglio 2021 sia in formato cartaceo direttamente al protocollo nei giorni di apertura al pubblico oppure in via digitale a mezzo PEC (info@pec.comune.bucine.ar.it).

Al centro dei nuovi strumenti urbanistici ci saranno tematiche ritenute fondamentali per la valorizzazione del territorio, come la qualità del territorio e la sostenibilità ambientale, la rigenerazione dei borghi, il sistema socio-economico e produttivo, lo sviluppo turistico e il sistema della mobilità, individuate anche nel “Piano di Sviluppo Strategico per Bucine e la Valdambra 2021-2024”, approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale e consultabile online (https://www.comune.bucine.ar.it/news-215_3711.html). 

Il nuovo piano strutturale, che disegnerà lo sviluppo del territorio nei prossimi anni, dovrà tenere conto delle attività economiche e produttive e del territorio, e salvaguardare le attività agricole,  peculiarità del territorio di Bucine, che vede nell'agricoltura non solo lo svilupparsi di economie locali, ma un ruolo fondamentale nella conservazione di un paesaggio tipicamente toscano, grazie al quale Bucine e la Valdambra rappresentano uno dei Comuni più turistici del Valdarno.

Tutte le informazioni in merito alla formazione dei nuovi strumenti urbanistici, all’avviso pubblico e alle specifiche circa l’invio dei contributi sono reperibili al seguente link:

https://maps.ldpgis.it/bucine/?q=nuovo-ps-po

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati