28, Gennaio, 2023

Valdarno Cricket Club, partita la caccia al titolo regionale

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Nuova stagione al via, nuovi obiettivi ambiziosi, nuove difficoltà (manca un campo per gli allenamenti), stesso entusiasmo di sempre: il Valdarno Cricket Club tenta l’assalto al campionato regionale Twenty20 Uisp

La stagione sportiva per molti è agli sgoccioli, per altri invece è appena iniziata: riparte l’avventura del Valdarno Cricket Club e dopo due titoli provinciali consecutivi quest’anno gli azzurri puntano senza tanto nascondersi alla vittoria del Campionato toscano. Nonostante che sul pitch nostrano regni l’arte dell’arrangiarsi ancora più che sui campi degli altri sport amatoriali: il Valdarno Cricket Club è di nuovo senza un terreno di gioco e dunque gli allenamenti si fanno dove si può, in un giardino pubblico.

Lo scorso 1 maggio è iniziato il campionato toscano Twenty20 Uisp che andrà avanti fino al 27 luglio, giorno delle finali nell’ambito della 2° Giornata del cricket toscano, a Firenze. Il prossimo appuntamento per i valdarnesi è la sfida ai Bengals sul campo di Arezzo in programma il 25 maggio, poi il 1 giugno saranno a Greve contro i Tuscany Bruisers, quindi l’8 giugno sul campo del Lucca Black, sfida decisiva per definire la griglia dei quarti finale contro le qualificate dell’altro girone.

Una stagione che il Valdarno Cricket Club sta preparando con cura da mesi. Il gruppo nasce in modo informale nel 2001, come si fa tra amici per praticare lo sport preferito. Qualche anno di partitelle al campetto, poi la decisione di darsi una struttura e mettersi alla prova in un campionato vero e proprio. Con un’idea: presentarsi in giro per la Toscana e l’Italia intera con indosso il nome del Valdarno, il territorio dove i componenti della squadra, tutti di origine indiana, hanno scelto di vivere. Qualche esperienza nei campionati federali, poi una brillante carriera nel vivace circuito Uisp, affermandosi subito come squadra da battere in provincia di Arezzo e raggiungendo il podio nel torneo regionale. In mezzo, tornei e amichevoli a Roma, a Napoli e altrove fuori dai confini toscani.

Quest’anno per la verità la stagione non è iniziata sotto i migliori auspici. I valdarnesi si sono ritrovati senza un campo sul quale allenarsi vista l’indisponibilità dei due impianti già usati in passato, lo stadio comunale di Levane e quello di Terranuova. Così, per il momento, si devono accontentare dei giardini pubblici di piazza Generale Coralli, sempre a Terranuova. Non basta certo a scoraggiarli, anzi: gli azzurri sono pronti a far parlare ancora di sé, stavolta con la speranza di salire in cima alla classifica regionale.
 

Articoli correlati