19, Giugno, 2024

Uncem rilancia la mappatura delle aree del Paese senza segnale telefonico: possibile inviare segnalazioni

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Uncem, l’Unione nazionale dei Comuni, delle Comunità e degli Enti montani, rilancia la mappatura di tutte le aree del Paese che al momento sono ancora senza copertura di segnale telefonico cellulare: zone in cui telefonare, mandare un messaggio, navigare su internet è impossibile, con disagi e anche rischi per la sicurezza pubblica. “Vogliamo continuare ad agire su una grande emergenza del Paese – spiega il Presidente di Uncem Marco Bussone – un problema di tutta l’Italia, non solo delle aree interne e montane, la telefonia mobile e le troppe zone dell’Italia senza copertura. Se l’Italia vuole essere tutta connessa, smart e intelligente, a prova di futuro, le infrastrutture di rete devono essere per tutti”.

Una prima mappatura risale al 2019, e da allora Uncem sta lavorando con gli operatori di telefonia e proprietari delle reti, delle torri ma anche operatori per internet senza fili per cercare soluzioni. A seguito della prima mappatura Uncem di due anni fa, sono stati risolti una serie di problemi segnalati a Uncem da Sindaci e Cittadini. Le imprese hanno pianificato investimenti che si stanno concretizzando. “Una cosa è certa – prosegue il Presidente Uncem – non possiamo intervenire, come Paese, solo lungo le linee dell’alta velocità AC/AV, dove il segnale manca. Serve un piano nazionale per coprire tutte le aree montane. Tutta l’Italia, anche quella più interna, remota, rurale, impervia”.

“Grazie al contributo di tutti – compilando il form a questo link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSffSF7AfoeehyhuRU0CswBgofADsJHp4W-9K2feULSbnTv9Qg/viewform?usp=sf_link possiamo dotarci di un elenco aggiornato di quei pezzi di Paese, di quelle comunità che non riescono a telefonare, mandare messaggi e navigare, nelle zone alpine e appenniniche. Ce lo hanno chiesto le imprese e volentieri lo componiamo, con l’aiuto di tutti. La Politica, le Istituzioni, i Partiti, i Sindacati, ma anche Datoriali e imprese, non siano silenti: lavorino con Uncem per vincere una volta per tutte il digital divide. Se il Piano banda ultralarga sta marciando troppo troppo lentamente, ed è gravissimo, il piano per la telefonia mobile è altrettanto importante”, conclude Bussone.

Tutti possono contribuire alla mappatura. Evidenziando i problemi nel proprio Comune, con uno o più operatori della telefonia mobile, o in altri Comuni, dove ci si reca in vacanza, per un’escursione, per un viaggio, o semplicemente si passa in auto o a piedi. E il segnale va giù. Per rispondere, compilando il form, c’è tempo fino al 20 novembre 2021.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati