16, Agosto, 2022

Ubriachi spaccano i finestrini sul regionale e rubano un tablet al capotreno: arrestati

Più lette

In Vetrina

I fatti risalgono a mercoledì scorso su un regionale che percorre la tratta Arezzo-Firenze: i due ragazzi hanno dato in escandescenze dalla stazione di San Giovanni, e per tutto il tragitto fino a Pontassieve: qui ad aspettarli c’era la Polizia ferroviaria, allertata dal capotreno

Finestrini spaccati, grida e persino un tablet rubato ad un capotreno. Due ragazzi visibilmente ubriachi, nel pomeriggio di mercoledì scorso, hanno letteralmente devastato un treno regionale della tratta valdarnese, tra lo stupore e la preoccupazione dei viaggiatori. Finché, alla stazione di Pontassieve, sono stati arrestati dalla Polizia ferroviaria. 

Il caos è iniziato poco prima della stazione di San Giovanni. I due ragazzi hanno staccato i martelletti per infrangere i vetri in caso di incendio e ne hanno spaccati tre. Poi, dopo aver disturbato i viaggiatori con urla e atteggiamenti molesti, hanno anche rubato un tablet al capotreno. Ed è stato un suo collega ad allertare la Polfer che ha atteso il treno a Pontassieve. 

All’arrivo del regionale gli agenti hanno individuato subito i due ragazzi che, sin dal primo controllo, hanno reagito in modo aggressivo. Con sé avevano ancora i due martelletti frangivetro, rubati pochi minuti prima sul treno, mentre si erano disfatti poco prima del controllo del tablet di servizio del capotreno, che è stato comunque ritrovato e recuperato. 

I viaggiatori hanno ringraziato gli agenti, confermando l’intero episodio al quale avevano assistito: i due ragazzi, cittadini rumeni, sono stati arrestati per i reati di furto aggravato continuato in concorso, danneggiamento aggravato e violenza e minaccia a pubblico ufficiale. 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati