09, Agosto, 2022

Tutta la provincia di Firenze rimane zona rossa: la decisione di Giani anche per il Valdarno fiorentino

Più lette

In Vetrina

Il presidente della Regione Toscana ha incontrato i sindaci dell’area fiorentina in videoconferenza. Per una settimana dunque tutti i comuni della provincia, compreso il Valdarno fiorentino, restano in zona rossa

Indice settimanale sopra la soglia limite di 250 nuovi casi ogni 100mila abitanti e situazione preoccupante negli ospedali, già sotto pressione: sono queste le motivazioni con cui il Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha deciso di mantenere tutta la provincia di Firenze (insieme a quella di Prato, l'Empolese e la Valdelsa) in zona rossa da lunedì e per una settimana, per la precisione fino alle ore 14 di sabato 17 aprile.

Dunque l'intero Valdarno fiorentino rimane zona rossa in una Toscana che invece passa all'arancione. Il Presidente Giani lo ha comunicato ai sindaci della Città Metropolitana fiorentina durante l'incontro in videoconferenza. Si prolungano quindi tutte le regole già in vigore in questo momento per le zone rosse, relative alle attività che restano chiuse, mentre le scuole sono aperte ma soltanto fino alla prima media. 

"L’atto – si legge in una nota della Regione Toscana – è determinato dalla situazione ad alto rischio nel sistema ospedaliero e sanitario con fortissima occupazione di terapie intensive e alta diffusione di ricoveri nei reparti Covid. I pareri dei Direttori di Asl competenti sono concordi nel chiedere di limitare la mobilità per non congestionare ulteriormente e il sistema ospedaliero e sanitario toscano. Le decisioni sono state assunte dopo attento esame in assemblee con i Sindaci dei territori interessati". 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati