18, Maggio, 2024

Troppe quarantene preventive tra i docenti, alla scuola Oriani riorganizzato l’orario: stop al rientro pomeridiano

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Da domani l’uscita da scuola anticipata alle 12,30. Il sindaco Giunti: “Tutto questo viene fatto per garantire la sicurezza e la salute degli studenti e delle famiglie, pertanto invito tutti a rispettare e mettere in pratica quanto viene richiesto”

Da domani, matedì 23 febbraio, si ferma il tempo lungo alla scuola primaria Oriani di Reggello: una modifica che si è resa necessaria in considerazione del numero di docenti che attualmente si trovano in quarantena preventiva, tanto che il corpo docente ad oggi non è sufficiente per coprire l'intero orario. Gli studenti usciranno alle 12.30 tutti i giorni, sospesa la mensa e riorganizzato anche il servizio scuolabus, fino a nuova comunicazione. 

Una decisione presa dall'Istituto comprensivo di concerto con il Comune. A darne notizia il sindaco Piero Giunti: "Devo comunicare che l’organizzazione dell’attività didattica della scuola primaria Oriani di Reggello a partire da domani 23 Febbraio subirà delle modifiche. Tali modifiche sono necessarie a seguito di quarantene preventive a cautelative all’interno del personale docente, il quale ad oggi risulta non essere sufficiente per coprire l’orario integrale delle lezioni. Vorrei rassicurare tutti, che si tratta di quarantene cautelative e non riconducibili a situazioni di criticità". 

"E’ importante capire – ha aggiunto il sindaco reggente – che tutto questo viene fatto per garantire la sicurezza e la salute degli studenti e delle famiglie, pertanto invito tutti a rispettare e mettere in pratica quanto viene richiesto". Qui è visionabile la comunicazione firmata dalla Dirigente scolastica Patrizia Giorgi. 

Il sindaco Piero Giunti ha poi colto l'occasione per richiamare tutti all'attenzione al rispetto delle regole: "In questi ultimi giorni è aumentato il numero dei contagi … e anche Reggello, in linea con gli altri comuni, vede un aumento giornaliero dei casi positivi Covid-19. Dobbiamo tutti mantenere alto il livello di attenzione e di rispetto dei protocolli anti-contagio. Voglio essere chiaro: il Covid-19 non ha le ali, quindi per diffondersi ha bisogno di noi ! L’unico modo per evitare questo è mantenere il distanziamento e il corretto utilizzo delle protezioni ( uso della mascherina e lavaggio frequente delle mani )".

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati