23, Febbraio, 2024

Treni: a novembre basso l’indice di affidabilità sulla linea Aretina, scattano i rimborsi per i pendolari

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Con un indice di affidabilità che si ferma al 97,46% (e quindi rimane sotto alla soglia richiesta, che è di 97,75% da contratto Regione-Trenitalia), il mese di novembre porta con sé il Bonus per i pendolari della Linea Firenze-Arezzo-Chiusi. La chiusura del 2023 ha visto i pendolari valdarnesi particolarmente esasperati dai continui disservizi, registrati proprio fra novembre e soprattutto dicembre, e in questo caso gli indici, pubblicati oggi, hanno dato ragione ai pendolari. La tabella:

Oltre alla linea aretina, sono altre tre quelle che hanno avuto diritto al bonus per novembre. I dati in via eccezionale sono stati pubblicati oggi: di norma invece questo avviene entro la fine del mese successivo. Ma il Bonus si può ovviamente richiedere usufruendo di più tempo, come riporta anche la nota pubblicata sulla pagina dedicata del sito di Trenitalia: 

“Gli aventi diritto al bonus nel mese di novembre 2023, titolari di abbonamento mensile valido per novembre 2023 o di abbonamento annuale in scadenza a novembre 2023, potranno effettuare la richiesta tramite mail all’indirizzo bonus.drt@trenitalia.it entro 2 mesi dalla data di scadenza dell’abbonamento. Rimane confermata la regola, per i titolari di abbonamento annuale con scadenza successiva al mese di novembre 2023 aventi diritto al bonus di novembre, di richiesta entro 1 mese dalla data di scadenza dell’abbonamento”.

Il valore del bonus dipende dal tipo di abbonamento che si è acquistato, nello specifico: 

  • Abbonamenti mensili Trenitalia, a tariffa 40/17 e sovraregionali: il 20% del valore dell’abbonamento;
  • Abbonamenti annuali Trenitalia, a tariffa 40/17 e sovraregionali: il 10% del valore di 1/12 dell’abbonamento per ciascun mese di mancato raggiungimento dell’indice di affidabilità della linea;
  • Abbonamenti mensili Pegaso: il 15% del valore della sola tariffa extraurbana;
  • Abbonamenti annuali Pegaso: il 7,5% del valore di 1/12 della sola tariffa extraurbana per ciascun mese di mancato raggiungimento dell’indice di affidabilità della linea.

Il bonus si richiede in biglietteria, quando si acquista l’abbonamento successivo, oppure via mail ottenendo il rimborso sul proprio Iban. Qui il modulo. 

Per i pendolari valdarnesi questa è la terza volta che scatta il bonus, da quando è stato introdotto. “È dal dicembre 2021 che per la linea Aretina il bonus ordinario non era mai scattato e allora fu la prima volta. Lo diceva la Regione in un comunicato stampa del 21 gennaio 2022. E l’assessore Baccelli scrisse “Urge cambio passo”“, ricorda il portavoce del Comitato Pendolari del Valdarno, Maurizio Da Re. La seconda volta era arrivato per i disservizi di giugno 2022.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati