02, Marzo, 2024

Tetto della scuola media, la Lista Civica: “Restano tanti dubbi, in corso un’indagine della Magistratura”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Dall’eventuale presenza di amianto fino alle pessime condizioni in cui si trova oggi, il tetto della scuola media di Castelfranco resta uno dei temi caldi: la Lista Civica chiede di fare chiarezza. E ricorda: “C’è un esposto, e un’indagine in corso”

"Un quadro di inqualificabili incertezze": così la Lista Civica di Castelfranco Piandiscò dipinge la situazione relativa alla scuola media di Castelfranco, e nello specifico al tetto e alla copertura. Un tema su cui, secondo gli esponenti della lista di opposizione, ci sarebbe da fare ancora chiarezza. 

"Non vogliamo strumentalizzare nulla e nessuno – è la premessa – ma semplicemente ricordare che sarebbe giunta ora che le autorità competenti facessero chiarezza. Esiste un esposto alla Procura dell’agosto scorso del quale non conosciamo lo stato". Le questioni aperte, secondo la Lista Civica, sono più di una. 

"Oggi denunciamo che, nonostante tutti i dubbi non chiariti ma respinti anche dall'attuale assessore ai lavori pubblici, si procede con urgenza allo smantellamento del tetto. Chiediamo ai tecnici del comune di conservare la copertura per gli accertamenti del caso che la magistratura farà, con i suoi tempi, sicuramente. E’ in corso un'indagine della magistratura a riguardo, noi chiediamo che non arrivi troppo tardi, come moltissime inchieste che hanno riguardato l’amministrazione precedente". 

I lavori che sono appena partiti si sono resi necessari perché, con le piogge degli ultimi giorni, l'acqua è entrata fin dentro l'edificio. "Nella scuola però piove da tempo – scrive la Lista Civica – e ci sembra strano che un tetto che ci dicono sostituito nel 1997, per di più protetto con vernice rossa per alcuni anni, a distanza di meno di 10 anni sia da sostituire. Grandi parti sono state sostituite durante l’amministrazione Papi". 

"I cittadini si domandano che cosa sia successo sulla testa degli alunni di Castelfranco. Infatti, se il tetto fu sostituito nel 1997, nessuno lo ricorda, neppure gli insegnanti che lavoravano nella scuola, la Asl non ha atti che dimostrano la sostituzione di lastre di amianto, per di più fu verniciato (come usa per l’incapsulamento di amianto) e quindi protetto, ma viene sostituito, a pezzi, ormai da qualche anno. Allora: che cosa ci hanno messo sopra? Un tetto di cartone? Non ha retto agli agenti atmosferici neppure 10 anni!". 

"Allora – aggiungono i rappresentanti della Lista Civica – hanno speso malissimo i 65 milioni di lire di allora. Chiediamo dunque che chi ha il compito di chiarire lo faccia, senza equivoci o ritardi, che sia verificato se ci sono responsabilità e chi ha sbagliato paghi". 

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati