16, Giugno, 2024

Test sierologici, 1500 studenti partecipano allo screening. Chiassai: “Ora il tampone rapido per i cittadini”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Circa 1 studente su 2 ha aderito allo screening sierologico promosso dal comune di Montevarchi prima dell’inizio della scuola. Tre i casi positivi individuati, tutti negativi al successivo tampone. E intanto il sindaco annuncia che i soldi della raccolta fondi partita durante il lockdown serviranno ad offrire tamponi rapidi gratuiti ai cittadini

Sono stati più di 1500 i bambini e ragazzi, residenti a Montevarchi o studenti delle scuole montevarchine, che a settembre hanno partecipato alla prima tranche di test sierologici messi a disposizione gratuitamente dal comune. Una campagna che dunque ha visto l'adesione, su base volontaria, di circa 1 studente su 2. E dei 1500 test effettuati, si è riscontrata la presenza di anticorpi del coronavirus solo in 3 casi, risultati poi negativi al tampone e quindi senza infezione in corso. 

A fare il punto della situazione su questa campagna è stata Silvia Chiassai Martini, sindaco di Montevarchi. "Abbiamo avviato i test prima dell'inizio della scuola per contribuire ad un rientro in sicurezza nelle classi. Siamo coscienti dell'attenzione che c'è sul mondo della scuola, e abbiamo ritenuto che fosse utile un monitoraggio della situazione nelle scuole. È stato un impegno gravoso, svolto grazie ai tanti volontari, a partire dall'Esercito della Croce Rossa Italiana, e grazie all'Istituto Palloni che ha offerto la struttura per i testi, la Protezione Civile di Montevarchi e il Lions Club, la Misericordia di Montevarchi, infermieri e medici volontari. Grazie anche alle Parrocchie di Sant'Andrea e del Giglio che hanno messo a disposizione degli ambienti anche 'familiari' per i bambini". 

Lo screening ripartirà ad ottobre: sabato 24 e sabato 30 ottobre si svolgeranno i nuovi test sierologici, anche in questo caso gratuiti e su base volontaria, rivolti agli studenti residenti a Montevarchi o che frequentano le scuole di Montevarchi. E la campagna si ripeterà ogni mese a cadenza regolare, con l'obiettivo di individuare subito eventuali casi asintomatici ed evitare la diffusione del virus. 

E sempre sul fronte della lotta alla pandemia, Chiassai ha annunciato anche l'arrivo dei tamponi rapidi gratuiti per i cittadini: "Con i 70mila euro frutto della raccolta fondi lanciata durante la pandemia, e che non sono stati versati per il pagamento del macchinario per i tamponi alla Gruccia che la Asl ha deciso di ritirare, procederemo con l'acquisto di tamponi rapidi, con risposta entro mezz'ora, destinati ai montevarchini. Un contributo significativo per 'alleggerire' il carico sull'ospedale: chi infatti sospetta di avere sintomi o comunque pensa a un possibile contagio, e magari non è possibile la prescrizione medica del tampone per una serie di motivi, potrà effettuarlo gratuitamente: solo se positivo seguirà poi l'iter della Asl con tampone di conferma. Sarà importante soprattutto con l'arrivo dell'influenza stagionale, i cui sintomi sono a volte sovrapponibili con quelli del Covid-19. Pensiamo di essere pronti con i tamponi rapidi entro la fine di ottobre". 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati