08, Dicembre, 2022

Si accende on line il dibattito sulle tariffe della Tasi. Mercoledì l’approvazione in consiglio comunale

Più lette

In Vetrina

Il capogruppo di Prima Montevarchi Luciano Bucci pubblica una previsione basata sulle aliquote approvate dalla Giunta: a Montevarchi si pagherebbe più che in ogni altro comune confinante. Il sindaco replica: “Abbiamo introdotto più detrazioni”. Le tariffe dovranno comunque passare dall’approvazione del consiglio comunale, convocato per mercoledì

Ancora le tariffe ufficialmente non ci sono, tant'è che Montevarchi è uno dei (pochi) comuni valdarnesi in cui il pagamento della Tasi slitterà al 16 ottobre. Ma su facebook da un paio di giorni il dibattito è accesissimo: perché le previsioni pubblicate da Luciano Bucci, capogruppo di Prima Montevarchi, e basate sul documento già passato all'approvazione della Giunta, parlano di costi molto più alti che nei comuni limitrofi. 

"A Montevarchi – scrive Bucci – il sindaco Grasso e l'assessore Bertini, nell’assordante silenzio di una maggioranza all’interno della quale vi è ancora chi ha il coraggio di andare in giro a farsi portatore di istanze social popolari e, poi, vota senza batter ciglio ogni mazzata inferta ai cittadini, ha partorito una Tasi abitazione principale al 2,3 per mille, giocando sui decimali la carta demagogica della percentuale leggermente inferiore ad altri. Ma, poi, siccome il diavolo fa le pentole ma non i coperchi, è sulle detrazioni che la trita demagogia si dimostra per quel che è. Da noi detrazione di 20 euro per ogni figlio di età inferiore a 26 anni purché a carico del nucleo familiare, e rizzati!". 

"A Terranuova – confronta Bucci – la detrazione è da 110 a 130 euro per abitazione principale e ulteriore detrazione di 15 euro per ogni figlio fino ai 26 anni anche non a carico. A parità di condizioni catastali e familiari a Montevarchi la Tasi costerà da 105 a 125 euro a famiglia in più!". 

Numeri che Luciano Bucci ha raccolto poi in una simulazione effettuata su una casa con rendita catastale di 700 euro, e famiglia composta da quattro persone (qui il documento): secondo i suoi calcoli, a Montevarchi si pagherebbe 230 euro di Tasi, contro i 165 di San Giovanni o i 150 di Terranuova. 

Ed è proprio questa simulazione che ha scatenato il dibattito su facebook, dove è stata pubblicata. Anche il sindaco Francesco Maria Grasso è intervenuto, precisando: "A Montevarchi immobili medi A3 ove vivono famiglie con due figli andranno a pagare indicativamente sui 165 euro, che verranno ulteriormente ridotti dove siano presenti situazioni di disagio, disabili ed anziani non autosufficienti con le specifiche detrazioni . Si fa presente che siamo l'unico comune che ha previsto detrazioni per chi percepisce la pensione minima e che l'addizionale di Montevarchi non arriva al massimo (0,8) come in uno dei comuni presi in esame". 

L'intera questione sarà comunque discussa nel corso del Consiglio comunale convocato per mercoledì mattina alla Bartolea. All'ordine del giorno, infatti, tra le altre cose c'è proprio l'approvazione delle aliquote relative alla Tasi. 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati