25, Maggio, 2024

Tari, il PD attacca: “Chiassai e Bucciarelli promettevano di abbassare la Tari a parole, nei fatti hanno fatto ben poco”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Sulla questione degli aumenti Tari a Montevarchi interviene il gruppo consiliare del Partito Democratico, che in una nota firmata dai consiglieri Bertini, Cuzzoni, Baldetti e Rossetti punta il dito contro l’Amministrazione comunale e contro la maggioranza. “Nel consiglio comunale di venerdì 30 aprile i gruppi consiliari di Fratelli d’Italia, Forza Italia, Valdarno centro, Chiassai Sindaco, Prima Montevarchi hanno votato a favore dell’ennesimo aumento delle tariffe TARI anche per il 2024. Un ulteriore aumento nonostante i livelli di raccolta differenziata nel nostro comune siano elevati. Sembrano infatti lontani i tempi in cui la Giunta Chiassai prometteva di abbassare la TARI ai cittadini virtuosi nella raccolta differenziata grazie all’introduzione della tessera, che però a detta del Sindaco non verrà mai attivata nel nostro Comune”.

“Purtroppo –  continua il PD – la scelta di aumentare la tariffa prima di essere stata votata in consiglio, è stata approvata in assemblea ATO Toscana Sud, dove non si vede la minima contestazione né da parte del Sindaco né dagli assessori di Montevarchi. L’assessore Bucciarelli può arrampicarsi sugli specchi quanto vuole, ma la realtà dei fatti è che la TARI aumenterà ancora, i cittadini pagheranno di più e il comune di Montevarchi, ormai sempre più sporco, non ha fatto un bel niente per limitare questi aumenti previsti da tempo. E chi dice che non ci si poteva rifiutare, dice una bugia, in quanto il comune di Castiglion Fiorentino ha bocciato l’aumento sia in consiglio comunale che in assemblea ATO”.

“Per questo – concludono i consiglieri di opposizione – il Partito Democratico Montevarchi ha votato contrario a questa scelta, anche in virtù dell’art. 14 della direttiva 2008/98/CE del Parlamento Europeo dove viene sancito il principio di chi meno inquina meno paga, articolo non rispettato. Sottolineiamo il voto favorevole di tutte e tutti i consiglieri di maggioranza presenti, che così si assumono la responsabilità di questo aumento senza aver detto niente: anche se vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati