22, Giugno, 2024

Tamponi gratuiti e subito disponibili per gli studenti: la Regione pronta per l’accordo con farmacie, pediatri e medici di famiglia

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Canale prioritario per i tamponi per tutti gli studenti venuti a contatto con un positivo al Covid: secondo le nuove linee guida del Ministero, infatti, per evitare quarantene a tutta la classe in caso di un solo positivo, sarà possibile ricorrere ai tamponi, che però dovranno essere disponibili fin da subito. E dunque la Regione ha attivato un canale prioritario per gli studenti nelle farmacie, negli ambulatori dei pediatri di libera scelta e dei medici di medicina generale che aderiranno alla campagna: per gli studenti basterà presentarsi con il voucher con Qr code, trasmesso dalle scuole alle famiglie.

Lo schema dell’accordo, il primo di questo genere a livello nazionale, è stato approvato dalla giunta regionale nel corso della seduta del 16 novembre su proposta di delibera dell’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini. L’intesa con le rappresentanze di farmacie, pediatri e medici, sarà sottoscritta nei prossimi giorni e tiene conto, come si legge nel documento, “dell’esigenza di garantire la disponibilità di test in numero sufficiente al bisogno e con una tempestività e capillarità di offerta, funzionale a tutelare l’equità di accesso alla popolazione in età scolare”.

L’obiettivo è di favorire il più possibile la didattica in presenza e contrastare, nello stesso tempo, la diffusione del virus. Il funzionamento e l’andamento saranno monitorati costantemente e verranno apportati miglioramenti o modifiche in corso d’opera se necessario. Le nuove azioni in atto, per la gestione dei casi positivi Covid in ambito scolastico, sono state condivise durante una serie di incontri con l’Ufficio scolastico regionale, le strutture tecniche degli assessorati alla sanità e all’istruzione e tutti i soggetti che fanno parte del Cantiere Scuola. Il percorso è stato condiviso anche con il Comitato “Priorità alla scuola”.

Ricordiamo che secondo le nuove procedure, qualora si verifichi un caso positivo tra gli studenti della scuola primaria (elementari) e di quella secondaria (medie e superiori), tutti i compagni di classe devono effettuare, il prima possibile, un test antigenico o molecolare, per accertare l’eventuale contagio. Per garantire ad alunni e famiglie l’esecuzione di un tampone gratuito in tempi rapidi, gli studenti potranno presentarsi in un ‘punto tamponi’ del territorio, come i drive through, le farmacie, gli ambulatori dei pediatri di libera scelta o dei medici di medicina generale, che aderiranno alla campagna su base volontaria.

Il modello prevede la generazione automatica (nel programma software in dotazione alle scuole) di un voucher con Qr code (trasmesso alle famiglie) da presentare al ‘punto tamponi’ prescelto. Il voucher con Qr code sarà generato in modo automatico, a partire da oggi 17 novembre.

Per quanto riguarda, invece, le scuole dell’infanzia, per i bambini fino a 6 anni, in presenza di un caso positivo è prevista una quarantena di 10 giorni per tutti gli alunni, con test da fare il primo giorno e un ulteriore test dopo 10 giorni, erogabile dal pediatra. Relativamente a insegnanti e operatori scolastici le indicazioni variano sulla base delle diverse specifiche, previste dalla circolare.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati