18, Maggio, 2024

Smaltiscono fanghi di spurgo dopo lo scavo di un pozzo nel torrente Leccio: denunciati dai Carabinieri Forestali

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Due persone, il titolare di una ditta specializzata nelle perforazioni e il direttore dei lavori, sono stati denunciati dai Carabinieri Forestali di Reggello per attività illecita di gestione e successivo smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi e per inquinamento ambientale.

Tutto è partito da una segnalazione di un cittadino, che aveva notato nelle acque del torrente Leccio la presenza di una colorazione anomala, che faceva pensare ad uno sversamento di sostanze nel corso d’acqua. I Carabinieri forestali, intervenuti sul posto, hanno verificato che in effetti si era formata, lungo un ampio tratto del letto del torrente, una zona di colorazione diversa, sia delle acque che del letto del torrente, imputabile alla presenza di materiale inerte sul fondo, di colorazione grigio-bluastra.

Risalendo l’alveo, i militari sono arrivati all’uscita di un canale di raccolta e scarico delle acque piovane della strada comunale fino ad un terreno limitrofo, dove c’era ancora l’attrezzatura utilizzata per la perforazione di un pozzo ad uso agricolo. Gli accertamenti successivi hanno permesso di individuare i responsabili dello smaltimento dei fanghi di spurgo, derivati proprio dall’attività di scavo del pozzo. Per questo i due uomini, responsabili dell’azienda, sono stati denunciati.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati