06, Febbraio, 2023

Servizi e attività culturali cambiano dopo l’entrata in vigore dell’ultimo DPCM

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Spiega nei dettagli l’assessore alla cultura del Comune di Terranuova Caterina Barbuti

Il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministro, emanato nei giorni scorsi per combattere il contagio da coronavirus, ha imposto all'Amministrazione comunale di Terranuova un’ulteriore riorganizzazione dei servizi e delle attività culturali.

“Il nostro impegno è quello di garantire ai nostri cittadini, in questo momento particolare, anche i servizi culturali di sempre – afferma Caterina Barbuti, assessore alla cultura – Per questo, grazie alla collaborazione attiva con le varie associazioni incaricate, stiamo cercando, naturalmente nel pieno rispetto delle norme anti Covid previste, di riorganizzare l’intero sistema di servizi e attività culturali, con il duplice obiettivo: fornire una risposta concreta e in certo qual modo contribuire a alleviare questo momento di emergenza sanitaria, proprio permettendo ai nostri cittadini di continuare a fruire dei suddetti servizi”.

Per quanto riguarda la scuola comunale di musica, è ripresa la didattica a distanza e i ragazzi iscritti stanno svolgendo con i loro insegnati le lezioni online. Anche la stagione culturale, che generalmente si svolge presso l’auditorium Le Fornaci, con il coinvolgimento di Valdarno Culture, sarà convertita in versione digitale mantenendo proposte di contenuti cinematografici, teatrali e musicali. Infine, per quanto concerne le attività della biblioteca, chiusa in seguito all’ultimo DPCM, l’amministrazione comunale sta lavorando a un progetto per il prestito dei libri attraverso la consegna e il ritiro a domicilio.

“Non appena avremo messo appunto tutti i servizi e le relative modalità di erogazione e fruizione sarà nostra premura comunicare sui nostri canali di riferimento i modi per accedervi” conclude l’assessore Barbuti. 

 

Articoli correlati