10, Agosto, 2022

Segnale televisivo assente in Valdarno: il Calcit interviene, il Difensore civico della Toscana chiede spiegazioni

Più lette

In Vetrina

Sulla questione del segnale televisivo assente in Valdarno, dopo l’intervento del presidente del Calcit del Valdarno fiorentino, il Difensore Civico della Toscana chiede spiegazioni alla Rai.

“Non si comprende perché i ripetitori di zona di Monteluco e Secchieta continuino a trasmettere, senza aver dato luogo al problema in questione, mentre il ripetitore di Pulicciano risulta spento. Gradiremmo ricevere i chiarimenti del caso e che fosse data soluzione in tempi brevi a quanto segnalato. Mario Bonaccini, Presidente del Calcit del Valdarno fiorentino con sede a Figline e Incisa Valdarno – specifica il Difensore Civico della Toscana nella lettera inviata alla Rai – si è rivolto a quest’ufficio rappresentando una situazione che sta creando forte disagio agli associati, pazienti onco-ematologici”.

“A causa del cessato funzionamento del ripetitore di Pulicciano – aggiunge il Difensore civico – viene richiesto un intervento per il ripristino del segnale Rai, assente. Non serve infatti, come accaduto altrove, semplicemente risintonizzare i televisori per ricevere il segnale ma occorre agire sull’antenna, riposizionandola. Ciò comporta una spesa non indifferente per ciascun utente”.

“È proprio questo il nocciolo della questione – precisa il presidente del Calcit Valdarno Fiorentino – non si comprende il motivo per cui un abbonato Rai debba affrontare tutte le problematiche e soprattutto le spese legate alla modifica di un impianto fisso, qual è appunto l’antenna televisiva; perché in questi casi occorre l’intervento di personale specializzato per salire sui tetti, installare le protezioni anticaduta e, nei casi più complessi, adottare un appropriato piano di sicurezza. Ringraziamo il Difensore Civico della Toscana per aver dato seguito alla nostra segnalazione – conclude Mario Bonaccini – speriamo che questa sollecitazione convinca chi di dovere a riattivare le frequenze Rai dal segnale emesso dal ripetitore di Pulicciano, in modo tale che molti valdarnesi non siano costretti a salire sui tetti per orientare l’antenna televisiva sugli altri ripetitori ancora funzionanti”.

Articoli correlati