27, Giugno, 2022

Scoperta la base per il confezionamento e lo spaccio della droga nel centro storico di San Giovanni: un arresto e una denuncia

Più lette

In Vetrina

A scoprire il centro gestito da due giovani sono stati i carabinieri del radiomobile. Arrestato un pregiudicato albanese, in possesso anche di documenti falsi. Denunciato a piede libero il complice

Sono state le segnalazioni dei residenti su un continuo via vai di persone, soprattutto nelle ore serali e nottune, in una strada del centro storico di San Giovanni a far scattare i controlli dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia locale che hanno iniziato a fermare alcune persone, note per il consumo di sostanze stupefacenti, pensando di poter trovare qualche dose e scoprendo solo somme di denaro in contanti.

Gli investigatori hanno così continuato a monitorare la zona e ieri notte hanno notato un uomo uscire, con fare circospetto, dal portone di un edificio già individuato quale possibile laboratorio per il confezionamento dello stupefacente destinato allo spaccio. Il 25enne albanese con precedenti di polizia alla vista dei militari ha cercato di disfarsi di alcune dosi di cocaina gettandole a terra ma i carabinieri sono riusciti a recuperarle.

E' scattata così la perquisizione all’interno dell’appartamento: un altro pregiudicato ha cercato di cancellare le tracce dell’attività di spaccio, gettando lo stupefacente nel water, e un bilancino di precisione nella spazzatura. Ma i militari sono riusciti comunque a recuperare il bilancino e circa 20 grammi di marijuana. Trovati anche 1400 euro in banconote da 50 e 20 euro, 2 smartphone impiegati per gestire la clientela degli spacciatori, nonché materiale per il confezionamento e per il taglio della cocaina.

Per il giovane che si era disfatto delle dosi di cocaina è scattato l'arresto in flagranza e una denuncia perchè trovato anche in possesso di una carta d’identità e di una patente di guida greche, entrambe risultate palesemente falsificate. Il complice  è stato denunciato in stato di libertà. Sono in corso ulteriori indagini per identificare acquirenti e fornitori dei due spacciatori.

 

Articoli correlati