23, Febbraio, 2024

San Giovanni Valdarno, approvati bilancio triennale e Dup 2024-2026 con investimenti di 40 milioni di euro

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Questa mattina il sindaco Valentina Vadi e l’assessore al bilancio Paola Romei hanno illustrato i dettagli del bilancio di previsione triennale e della nota di aggiornamento al Documento Unico di Programmazione (Dup) del Comune di San Giovanni Valdarno. La presentazione è avvenuta in seguito all’approvazione avvenuta nel consiglio comunale del 28 dicembre 2023, rispettando le tempistiche stabilite dal decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 4 agosto scorso.

Investimenti e entrate correnti. Il bilancio prevede investimenti consistenti, superando i 40 milioni di euro nel triennio 2024-2026. Si conferma la solidità delle entrate correnti, con particolare attenzione alle entrate tributarie per garantire il miglioramento continuo dei servizi, con un focus sulle manutenzioni e sulla realizzazione di attività sociali, culturali e promozionali per cittadini e imprese. Tariffe e tributi invariati. Per il 2024, tutte le tariffe per i servizi al cittadino e i tributi rimarranno invariate, assicurando riduzioni e facilitazioni per le famiglie in situazione di fragilità. L’obiettivo è mantenere la stabilità fiscale per i residenti.

Valentina Vadi, sindaco di San Giovanni:”Quello approvato il 28 di dicembre è un bilancio di fine mandato che presenta invariata la tassazione per i sangiovannesi e garantiti i servizi a domanda individuale, soprattutto in ambito sociale ed educativo. Il bilancio, che nel dettaglio è stato illustrato dall’assessore Paola Romei, contiene un elemento importante che mi preme mettere in evidenza perché vuole essere una risposta alle difficoltà che vivono, in questo momento, le attività commerciali, soprattutto quelle del Centro Storico. Nel primi mesi di quest’anno sarà pubblicato un bando, condiviso con le associazioni di categoria del commercio e con il Cn, con incentivi rivolti alle attività commerciali situate nel perimetro del Centro commerciale naturale e destinati a chi apre una nuova attività, a chi riapre una attività storica, a chi introduce innovazioni, migliorie, abbellimenti nella propria attività commerciale. Questa scelta politica ha lo scopo di supportare e sostenere il commercio che è un elemento di punta della economica cittadina, ma anche il Centro Storico la cui storia è strettamente connessa a quella del commercio sangiovannese”

Sostenibilità Ambientale e Opere Pubbliche. Il documento sottolinea l’impegno verso la sostenibilità ambientale, evidenziando l’aumento della raccolta differenziata e la chiusura della discarica di Podere Rota. Sul fronte degli investimenti, sono previsti progetti significativi finanziati con fondi ministeriali, regionali e del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Progetti infrastrutturali in corso e nuove opere miglioreranno la qualità della vita nella città. Prospettive Future. Il sindaco Valentina Vadi ha espresso soddisfazione per i risultati ottenuti, sottolineando che l’idea di città delineata negli ultimi cinque anni sta prendendo forma. Ha anticipato la presentazione del piano triennale delle opere pubbliche e ha evidenziato i successi nel campo culturale e dell’istruzione. Il consiglio comunale, nel corso del 2024, discuterà il piano triennale delle opere pubbliche, portando a conclusione un periodo di lavoro durato cinque anni e caratterizzato da progressi tangibili e risultati concreti.

Sul versante degli investimenti, come spiegato dall’assessore Paola Romei, un bilancio che conferma e consolida l’attività di intercettazione di entrate ministeriali e regionali sia per progetti ordinari sia per quelli finanziati con Pnrr (che rappresentano circa 11 milioni per il Comune) ed anche finanziamenti da soggetti terzi, come RFI ed Autostrade, per il completamento di opere infrastrutturali in itinere e la realizzazione di nuove opere che miglioreranno la qualità della vita nella città (per oltre 40 milioni nei tre anni 2024-2026). Un bilancio – conclude l’assessore al bilancio Paola Romei – che, partendo dalla concretezza e cautela delle entrate ad oggi certe, getta le basi per un incremento delle stesse in corso d’anno e in conseguenza di quello che potrà essere realizzato e migliorato a favore della città”

Investimenti record. Con oltre 40 milioni di euro destinati a progetti e iniziative, il Comune si prepara a implementare significativi investimenti nel triennio. Fonti ministeriali, regionali e fondi europei, inclusi quelli del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), contribuiranno a finanziare opere infrastrutturali e progetti ordinari, sottolineando l’impegno verso la crescita e il benessere della comunità. 

Impegno per la sostenibilità ambientale. Il Comune ha posto un’enfasi speciale sulla sostenibilità ambientale, evidenziando i progressi nella raccolta differenziata e la chiusura della discarica di Podere Rota. Progetti infrastrutturali mirano a migliorare la mobilità ciclabile e la qualità della vita nella città.

Valentina Vadi approfondisce:” Nel Consiglio comunale del 28 giugno del 2019 furono, infatti, approvate le linee programmatiche del mandato amministrativo che facevano riferimento al programma elettorale con il quale mi ero candidata ad amministrare la città, e negli anni il Dup ed i successivi aggiornamenti si sono arricchiti di tutti i progressivi passaggi ed obiettivi concretamente raggiunti rispetto alle linee programmatiche iniziali. Nei singoli capitoli e nei singoli temi di questo documento si vedono i progressi che sono stati fatti e l’idea di città che avevamo in mente cinque anni fa e che, in buona parte, è stata realizzata e che, in parte, continuerà a realizzarsi negli anni a venire. E’ la chiusura di un cerchio, di un ciclo di lavoro che ha visto anche due anni di pandemia, due anni faticosi di grossi impedimenti e rallentamenti dell’azione amministrativa. Uno dei temi più importanti sul quale abbiamo lavorato in maniera trasversale è la sostenibilità ambientale, e quindi il ciclo dei rifiuti con un aumento importante della percentuale di raccolta differenziata, la chiusura della discarica di Podere Rota, il potenziamento della mobilità ciclabile (con la realizzazione della ciclopista dell’Arno, della ciclopista del Chianti, con i lavori di riqualificazione di viale Gramsci, con la saldatura ciclabile del centro cittadino, attraverso viale Gramsci, con il polo scolastico e l’area sportiva a nord della città), l’istallazione dei nuovi fontanelli in collaborazione con Publiacqua (in Oltrarno nel mese di dicembre 2023 e nel quartiere Bani entro la metà del 2024). Poi i lavori pubblici – che saranno al centro del piano triennale delle opere – nell’ambito del quale sono stati promossi progetti importanti nel corso di questi quattro anni e mezzo”.

IL 2023 è stato un anno di successi e progressi significativi per il Comune, come dichiarato dal primo cittadino. Grazie ai fondi del Phrr e alle risorse europee ottenute, sono stati avviati importanti progetti infrastrutturali, tra cui la riqualificazione di viale Gramsci, la ciclopista del Chianti al Ponte alle Forche, il teatro Bucci e la Sala della musica. Nel 2024, si prevede l’avvio dei cantieri per lo 0-6 Rosai Caiani e la nuova scuola dell’infanzia Rodari al Ponte alle Forche, insieme alla progettazione del Fesr Tra natura e cultura per il Centro Storico e il Parco dell’Arno, oltre alla costruzione di una passerella ciclopedonale tra l’Oltrarno e il Centro Storico.

Nel settore culturale, sono stati raggiunti importanti traguardi, tra cui l’apertura di Palomar Casa della Cultura e la collaborazione con le Gallerie degli Uffizi di Firenze per le mostre di Terre degli Uffizi. Nel campo dell’istruzione, sono stati siglati patti di collaborazione con istituzioni scolastiche, avviato il progetto 0-6, e sono in corso lavori per la realizzazione della nuova scuola Rosai Caiani. Infine, si è dedicata attenzione alla rivalorizzazione del fiume Arno con la riapertura di attività lungo il suo corso e finanziamenti europei per il progetto Fesr, che contribuiranno alla riqualificazione del lungo Pineta. La riapertura del cantiere dell’ex ospedale Alberti a Borgo Arnolfo è stata un passo significativo, dopo quasi 15 anni di inattività.

Il sindaco Valentina Vadi non nasconde la soddisfazione per il lavoro svolto dalla giunta e dagli uffici comunali e per i risultati ottenuti e conclude:“Dalla Nota di aggiornamento al Dup emerge, dunque, chiaramente che quanto fatto in questi quattro anni e mezzo è estremamente visibile, oltre che corposo. L’idea di città che avevo in mente per San Giovanni progressivamente sta prendendo forma: c’è ancora tanto da fare, ma sono sicura che con la collaborazione di tutti, con dedizione e passione, i risultati non tarderanno ad arrivare, come sono arrivati in maniera concreta in questi quattro anni e mezzo che ci lasciamo alle spalle”.

Articoli correlati