28, Maggio, 2024

San Giovanni, il Centro destra pronto a correre con Alleanza civica ma con i propri simboli

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Dopo l’appello del candidato a sindaco di Alleanza civica per San Giovanni, Lisa Vannelli, alle forze politiche che siano intenzionate ad entrare a far parte della coalizione, il Centrodestra, nella persona di Francesco Lucacci, risponde: “L’appello è ricevibile. il centrodestra è pronto a correre unito in una lista unica con i simboli dei partiti a sostegno della Vannelli. Se non vengono accettati i simboli correremo da soli con Vittorio Tinagli a candidato”.

“Riteniamo l’appello del candidato sindaco delle liste civiche sangiovannesi, Lisa Vannelli, ricevibile per il centrodestra, solo se si permetterà al centrodestra di correre con una lista unica con i simboli di partito. Il candidato Vannelli ha tempo fino a domani per rispondere positivamente a questa proposta. In mancanza di risposta positiva si interromperà ogni interlocuzione fino ad oggi avuta e il centrodestra candiderà Vittorio Tinagli a Sindaco, sempre con una lista unica con tutti i simboli del centrodestra a sostegno del proprio candidato, un giovane commercialista di 32 anni”.

“L’appello fatto dalla Vannelli è accoglibile, ma il centrodestra non può farsi passare per una formazione civica e nascondere i simboli. Che ciò possa servire a qualcosa, è frutto di una idea totalmente errata. Il centrodestra ha vinto ad esempio con candidati di Fratelli d’Italia in città come Pistoia e Piombino Città, un tempo, di ultra sinistra.
Il centrodestra, quindi è pronto a sostenere la Vannelli nella sua corsa a sindaco, ma non accetta richieste di nascondersi sotto improbabili liste civiche, film già visto dall’epilogo infausto. Preferiamo un fronte unito anti PD, ma se così non sarà per i paletti dei civici Sangiovannesi andremo da soli”.

“Abbiamo un candidato preparato, giovane e capace, Vittorio Tinagli, con una lista di spessore, frutto dell’apporto dei partiti del centrodestra. Il Sindaco Vadi è un sindaco debole, minato dalle divisioni sotterranee interne del PD, un sindaco che non è stato capace di far cambiare passo a San Giovanni e di fargli ottenere quello che doveva.
Stimiamo il candidato Vannelli, ma senza una risposta positiva, da domani e fino al primo turno, sarà un avversario. Per fare cambiare le cose in meglio a San Giovanni Valdarno è tempo che i cittadini inizino dal voto nell’urna elettorale senza inganni visivi”.

Articoli correlati