02, Dicembre, 2022

San Giovanni, cambio alla guida del Consiglio. Tempesta lascia la presidenza, eletta al suo posto Elena Spadaccio. Vice è Chiara Legnaiuoli

Più lette

In Vetrina

Si è dimesso per motivi personali e professionali il presidente del Consiglio comunale di San Giovanni, Mauro Tempesta, che ha ottenuto un incarico incompatibile con la presidenza. Al suo posto è stata eletta nell’ultima seduta, Elena Spadaccio, esponente della maggioranza di centrosinistra, che fino a quel momento ricopriva la carica di vicepresidente. Ed è andata all’opposizione, a Chiara Legnauioli della Lega, proprio la vicepresidenza del Consiglio comunale.

La neo presidente Spadaccio ha commentato: “Durante il Consiglio Comunale del 30 Settembre sono stata eletta Presidente del Consiglio, sono molto emozionata e nello stesso tempo anche un po’ impaurita per questo incarico istituzionale. Svolgerò il ruolo di Presidente in modo trasparente e imparziale, non solo perché è così disciplinato dalla Legge, che mi vuole “Primus inter pares”, ma perché credo realmente che il bene che potremo fare, passa attraverso il dialogo e la partecipazione di tutti, esattamente come ho imparato dal presidente Tempesta durante il suo mandato. È un incarico di cui vado molto fiera perché sono il primo Presidente donna del nostro Comune e perché abbiamo una bella maggioranza di centro sinistra e una minoranza molto attenta e preparata; ci sono tutte le condizioni per interagire in modo costruttivo e spero leale. Sono molto fiduciosa che si potrà lavorare bene per la nostra comunità. Vorrei fare anche gli auguri alla vicepresidente Chiara Legnaiuoli della Lega Salvini premier. Sindaco, vice sindaco, Presidente del consiglio e vicepresidente: quattro ruoli istituzionali importanti ricoperti per la prima volta nel comune di San Giovanni Valdarno da donne”.

Anche la nuova vicepresidente Chiara Legnaiuoli ha commentato la sua nomina: “È un onore per me poter rappresentare, anche in qualità di Vicepresidente, i Cittadini di San Giovanni Valdarno. Ringrazio tutti i gruppi di opposizione: la Lega, le Liste Civiche Sangiovannesi e il Movimento Cinque Stelle, nei loro rappresentanti consiglieri, che hanno univocamente riposto fiducia in me. È un ruolo di garanzia per lo svolgimento del Consiglio Comunale inteso come organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo, da svilupparsi nell’interesse della collettività, facendo rispettare le norme statutarie ed evitando le conflittualità. Un incarico di responsabilità che mi onora e mi gratifica, ma che soprattutto assumo con onestà intellettuale, scrupolosità, spirito di servizio e rispetto per le Istituzioni e per i Cittadini”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati