31, Maggio, 2024

Risultati fallimentari, l’amministrazione e Aer annunciano: “I cassonetti verranno spostati da via Gramsci”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Sopralluogo dell’assessore Tilli con i responsabili di Aer ai cassonetti di via Gramsci: “Risultati negativi con la nuova collocazione, così come è stato con le precedenti”. E l’assessore annuncia: “A breve verranno eliminati i cassonetti dalla via e sistemati in aree diverse”. Tra le ipotesi la stazione e piazza Salvo D’Acquisto: “Purtroppo aumenteranno i disagi per i cittadini del centro storico, ma non ci sono altre soluzioni”.

Anche la nuova collocazione dei cassonetti in via Gramsci non ha dato risultati positivi e l'amministrazione annuncia drastici cambiamenti dopo Autumnia.

Ormai da giorni infuria infatti la polemica sulla nuova disposizione, con l'abbandono di rifiuti sotto le mura: "Purtroppo da anni in questa zona si verifica il problema dell'abbandono e anche la nuova collocazione non ha dato risultati positivi" sottolineano sia l'assessore Lorenzo Tilli che il responsabile di Aer, Gianfilippo Mannelli.
 

"La nuova disposizione della stazione ecologica è una sperimentazione per venire incontro ai cittadini del centro storico: come erano collocati precedentemente creavano problemi di sicurezza, visto che i rifiuti erano ammassati all'esterno ed i cittadini a volte dovevano conferire i sacchetti direttamente dalla strada – spiega Lorenzo Tilli – purtroppo la nuova collocazione, oltre ad un fattore estetico, crea evidenti problemi di degrado per la mancanza anche di senso civico di alcune persone".

Un problema di difficile soluzione, secondo Mannelli, e che richiede interventi drastici secondo l'assessore Tilli che annuncia: "Per questi motivi in breve tempo, già dopo Autumnia, toglieremo i cassonetti da via Gramsci, posizionandole in aree più periferiche. La zona? O l'area limitrofa alla stazione o piazza Salvo D'Acquisto, consapevoli purtroppo dei disagi che comporterà ai cittadini, soprattutto anziani, del centro storico".
 

Soluzioni alternative al momento non ce ne sono, secondo l'amministrazione: "Piazza Bonechi è inutilizzabile dai mezzi di Aer". Mentre per i cassonetti interrati il costo sarebbe troppo elevato, così come per il porta a porta considerato troppo complesso e anche antiestetico da attuare nel centro storico.

E poi c'è la questione del gestore unico che paralizza attualmente gli investimenti: il Comune di Figline e Incisa è servito ed è socio attualmente di Aer ma rientra nella gara per il nuovo gestore. Il capoluogo valdarnese, come del resto Rignano, si ritrova così in una specie di "limbo", in attesa che venga affidata la gara.

Articoli correlati