16, Gennaio, 2022

Rifiuti: la raccolta differenziata cresce in Valdarno, ma non dappertutto. Vola a Figline e Incisa

spot_img

Più lette

Il comune di Reggello non occupa più la prima posizione, in Valdarno, nella classifica virtuale della raccolta differenziata. Dopo qualche anno con la performance migliore, nell’anno della pandemia cede il passo (e segna un -5%). Vola invece, è il caso di dirlo, il comune di Figline e Incisa: nel 2020 infatti guadagna addirittura quasi 18 punti percentuali, schizzando al primo posto con una quota di quasi il 77% di raccolta differenziata. Cittadini che dunque nel 2020, complice l’estensione del porta a porta, sono stati particolarmente bravi, nonostante l’anno difficile della pandemia, a mantenere l’attenzione sulla differenziazione dei rifiuti.

Nel resto del Valdarno, la tendenza è in crescita quasi ovunque, con numeri positivi anche se con alcune differenze. Continua la crescita di Montevarchi, che nel 2020 sale di altri 5 punti percentuali sul 2019; migliorano ancora anche San Giovanni e Terranuova. Rimangono ancora sotto alla soglia simbolica del 50% di raccolta differenziata i comuni di Cavriglia, Loro Ciuffenna, Laterina Pergine e Bucine.

I dati, ufficiali, sono quelli diffusi da ARRR, l’Agenzia Regionale Recupero Risorse, che ogni anno pubblica, in autunno, i numeri certificati dell’anno precedente. Tutte le cifre nella tabella.

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati