04, Febbraio, 2023

Raid in ditte e cantieri: condanne fino a tre anni per la banda arrestata dai carabinieri

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

I colpi risalivano al 2012 alcuni anche ai danni di ditte di Reggello e Rignano. I carabinieri della compagnia di Figline e del comando provinciale di Firenze misero fine alle scorribande nell’ottobre scorso. Adesso le condanne del Tribunale. Tutti ai domiciliari con il braccialetto elettronico

Sono stati tutti condannati con pene che vanno da un anno e mezzo fino a tre anni e due mesi. Sono ai domiciliari con il braccialetto elettronico. Si tratta dei rumeni che nel 2012 fecero razzie in cantieri e ditte dell'area fiorentina e di Reggello e Rignano.

Il 22 ottobre scorso 50 carabinieri tra la compagnia di Figline, i reparti operativi delle compagnie di Scandicci, Firenze, Firenze Oltrarno e l'elicottero della compagnia di Pisa eseguirono 11 ordinanze di custodia cautelare in carcere, nei confronti di altrettanti cittadini romeni, emesse dal Tribunale di Firenze, Ufficio del GIP, su richiesta del Sostituto Procuratore Christine Von Borries, titolare dell’indagine. L'accusa per tutti fu furto aggravato in concorso, ricettazione, favoreggiamento personale, indebito uso di carte di credito. 15 i colpi a loro carico di cui alcuni commessi ai danni di aziende di Reggello e Rignano.

Nel mese di dicembre, poi, i carabinieri riuscirono a rintracciare un 27enne, componente della banda, resosi latitante e ritrovato in Romania.

Adesso sono stati tutti condannati. Davanti al Gip Alessandro Moneti gli imputati hanno scelto il rito abbreviato.
 

Articoli correlati