25, Maggio, 2024

Quarta edizione del THiNK festival, quest’anno dedicato alle intelligenze. Area gaming e workshop anche in piazza Ficino

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Si apre venerdì 10 maggio la quarta edizione del THiNK-Festival della Cultura digitale, con una veste ancora più ricca: si amplia infatti lo spazio dedicato, che quest’anno comprenderà anche piazza Marsilio Ficino; e nel programma ci sarà spazio per un concerto gratuito per gli under 30 dei Legno, al teatro Garibaldi; la mostra sul videogioco, come da tradizione a Palazzo Pretorio; tanti workshop e, soprattutto, una grande area gaming. E sabato sera anche una tavola rotonda di approfondimento, con ospiti di calibro nazionale, come il giornalista Luca Telese.

Il tema chiave di questa edizione è dedicato alle intelligenze, non solo quella artificiale ma anche quelle umane, che la fanno funzionare. Un’edizione che si concentra insomma su un messaggio forte, reso evidente dalla campagna di comunicazione lanciata nelle scorse settimane: “È tutto nella tua testa! L’intelligenza artificiale ha bisogno della tua!”. Un modo per ribadire rendere ancora più evidente una necessità: l’Intelligenza Artificiale deve essere uno strumento per supportare e non per sostituire  il lavoro umano.

“Per noi fin dall’inizio di questa Amministrazione investire sulla cultura digitale è stata una priorità – ha detto la sindaca, Giulia Mugnai – l’obiettivo è rendere i cittadini consapevoli e capaci di utilizzare il digitale. Il Festival dura tre giorni e offre approfondimenti, convegni, ma anche percorsi ludici e dedicati al gaming. Quest’anno l’edizione arriva anche in piazza Ficino con una tensostruttura tutta dedicata ai videogiochi, da quelli storici a quelli attuali. Restano le sedi storiche e quelle della cultura a Figline: insomma sarà una occasione per fornire ai cittadini una ‘cassetta degli attrezzi’ del digitale, per imparare a capirlo e usarlo meglio”.

“Quarta edizione per un Festival che è cresciuto fino al livello regionale per ambito di interesse – ha sottolineato l’assessore Dario Picchioni, ringraziando chi lo ha reso possibile – un festival su cui crediamo molto per mettere in relazione le persone, da 0 a 99 anni, per far capire quali sono le opportunità ma anche i rischi, senza lasciare indietro nessuno in un mondo che è quello della transizione digitale”.

Per il Comitato scientifico che ha curato l’organizzazione del Think Festival, ha preso la parola Samuele Venturi: “Quest’anno finalmente il Festival sbarca in piazza, diventando un grande evento con tanti appuntamenti per famiglie e per tutti, con laboratori per bambini, workshop, un concerto gratuito per gli under 30 al Garibaldi. Il tema di quest’anno è ‘intelligenze’ al plurale, non solo quella artificiale ma quella della persona, emotiva e creativa. Ne parleremo in una tavola rotonda sabato sera con tanti esperti del settore”.

E poi c’è la parte dedicata al gaming, un punto di riferimento del Think Festival. Non solo gioco, ma anche storia dei videogiochi. Spiega Damiano Bordoni, curatore della mostra sul videogame: “Al Pretorio ci sarà una mostra sulle origini del videogiochi divisa in tre sezioni, di cui una dedicata a riconoscere la violenza nei videogame e capire come distinguere a chi sono destinati i giochi”.

Gli appuntamenti principali.

Sabato 11 alle 17 a Villa Casagrande tavola rotonda su “Intelligenze – Creatività, innovazione e società nell’era dell’AI”, Luca Telese (giornalista e scrittore), Daniela Ropelato (docente Scienza Politica Istituto universitario Sophia), Alberto Mazzoni (Istituto Biorobotica Sant’Anna di Pisa), Nicola Grandis (Ceo ASC27 start Up AI & Cibersecurity), Claudia Barbieri (giornalista resp. editoriale TikTok di Torcha). Alessandra Camaiani (direttore Software Factory PA Digitale S.p.A.) e i Legno. Alla conferenza seguirà apericena con musica dal vivo dei The Lorean.

In piazza Ficino troveranno spazio l’area gaming e workshop a tema digital, innovazione declinata in vari settori, regolamentazione nuove tecnologie, psicologia ed esports, oltre ad uno spazio dedicato alle esperienze digitali, con una VR Arena e il Lasertag (uniche attrazioni a pagamento, rispettivamente a 10 e 5 euro, insieme allo street food).

In piazza Ficino sosterà anche il camper dello “Psicologo on the road”, che lancerà il suo progetto “SOS Maturità” rivolto agli studenti che a giugno dovranno sostenere l’esame.

Al Palazzo Pretorio, invece, sarà allestita una sala giochi anni ’70-’80 e la mostra sul videogioco, curata da Damiano Bordoni (che terrà anche un workshop a tema il 12 maggio alle 10,30), corredata di pannelli esplicativi e audioguide e divisa in tre sale: “Le origini del videogame: dai primi esperimenti alla grande crisi”, “Come riconoscere la violenza nei videogiochi”, “L’evoluzione delle console: percorso interattivo”. Sempre al Pretorio, sono in programma anche tante altre esperienze (e giochi di ruolo) con visori, realtà aumentata e intelligenza artificiale.

La biblioteca comunale “Marsilio Ficino”, invece, sarà sede di eventi: domenica 12 maggio ore 10-12 c’è la passeggiata letteral-digitale, mentre sia sabato che domenica ci saranno quattro laboratori per bambini dai 7 ai 12 anni (prenotazione obbligatoria su www.thinkfestival.it).

Infine, spazio ai tornei di gaming (Finali tornei Fifa24, Just Dance, Mario Kart 8) , che si disputeranno in piazza Ficino e che avranno un “telecronista” d’eccezione: l’organizzatore di eventi a tema gaming Davide Abbate, meglio noto (sui social) come il 90mber e impegnato anche nella veste di relatore nel workshop “, insieme alla psicologa Elena Del Fante (12 maggio ore 11.30).

Per info, prenotazioni e il programma completo visita i social e il sito www.thinkfestival.it

La mappa

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati