25, Luglio, 2024

Progetto “Raccatta la carta” proposto per l’Istituto Comprensivo di Loro Ciuffenna

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Un’iniziativa con i ragazzi dell’Istituto di Loro Ciuffenna per educarli al riciclo, oltre a finanziare in modo alternativo l’acquisto di materiale didattico. La proposta, rilanciata dal gruppo Percorso Comune, ha ottenuto risposta positiva dal comune per impegnarsi nell’attivazione

Educare al riciclo, alla raccolta differenziata e contemporaneamente finanziare l’acquisto di materiale didattico. Questo il doppio obiettivo dell’iniziativa “Raccatta la carta”, accolta positivamente dall’amministrazione comunale di Loro Ciuffenna, su interpellanza del gruppo Percorso Comune Lorese, per attivarla presso l’Istituto Comprensivo di Loro.

“L’amministrazione comunale ha risposto in maniera positiva, affermando di condividerne a pieno le finalità e che allaccerà contatti cercando le condizioni per attivare il progetto nel più breve tempo possibile. È solo l’inizio, di concreto ancora non c’è niente, ma vigileremo perché mantengano la parola e diano inizio a questa esperienza educativa per i ragazzi”, hanno commentato dal gruppo consiliare.

Il progetto “Raccatta la carta” è stato avviato nel comune di Capannori nel 2012 con un doppio scopo in campo ambientale ed educativo. Protagonisti i bambini e i loro genitori che, ogni giorno, muniti di un kit messo a disposizione dal gestore dei rifiuti, raccolgono la carta: giornali vecchi, fogli da disegno o fotocopie strappate, scatole vuote trovate a casa o a scuola. Il materiale viene pesato e la scuola lo raccoglie e rivende direttamente: il ricavato sarà investito nell’acquisto di materiale didattico e altro per gli studenti.

Un’iniziativa, quindi, che da una parte mira a educare i ragazzi e le famiglie al riciclo, recupero e riutilizzo del materiale con un progetto semplice e concreto, aumentando anche i risultati positivi della raccolta differenziata. Dall’altra finanziare i costi del materiale per la scuola che ricade di solito sulle famiglie, evidenziando la valenza dei rifiuti come risorsa in periodo di crisi.
 

Articoli correlati