29, Gennaio, 2023

Progetto di Lettera8 per un laboratorio teatrale per ragazzi con disabilità: parte la raccolta fondi “Avventuriamoci”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Presentato il crowdfunding della Fondazione Il cuore si scioglie a sostegno del progetto “Avventuriamoci” della Cooperativa Lettera Otto onlus di Figline. Obiettivo è raccogliere almeno 8mila euro, con iniziative promosse ad esempio dalle Sezioni Soci Coop oppure on line: donazioni che saranno raddoppiate dalla Fondazione

"Il teatro è un'occasione importante di apertura e crescita, emozionale e relazionale, che può promuovere la diversità come ricchezza e opportunità di crescita". Così Ilaria Pratellesi, presidente di Lettera Otto di Figline, ha presentato nella sede della Cooperativa, dove lavorano ogni giorno ragazzi con differenti tipi di disabilità, il nuovo progetto che Lettera Otto è pronta a lanciare, e per il quale fa appello alla generosità di tutti. 

 

Si chiama "Avventuriamoci", e consiste proprio nell'apertura di un laboratorio teatrale per persone con disabilità. "Ci crediamo molto, ma abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti coloro che vorranno sostenerci in questa nuova sfida", ha aggiunto Ilaria Pratellesi. Perché questo progetto, patrocinato anche dal Comune di Figline e Incisa, rientra nella campagna di crowdfunding 'Pensati con il cuore', lanciata sul territorio per il 2018 dalla Fondazione Il Cuore si scioglie in collaborazione con la sezione soci Coop Valdarno Fiorentino e la partecipazione delle sezioni soci Coop San Giovanni Valdarno e Montevarchi.

 

“La campagna Pensati con il Cuore – spiega Giulio Caravella, consigliere della Fondazione Il Cuore si scioglie – ha l'obiettivo di sostenere le numerose realtà che ogni giorno in Toscana si impegnano per il bene comune, cercando di creare rete e senso di comunità. Una modalità partecipativa che sta generando risultati importanti: con i 5 progetti andati online a gennaio siamo riusciti a mettere a disposizione oltre 80 mila euro per affrontare sul territorio problematiche importanti, come la povertà, la disabilità e la violenza di genere”.

 

Il meccanismo di raccolta fondi si basa sia su iniziative specifiche, come ad esempio una cena che sarà organizzata dalle sezioni valdarnesi dei Soci coop, sia sulle donazioni online, sulla piattaforma Eppela (questo il link al progetto di Lettera Otto). La campagna durerà fino al 27 aprile: l'obiettivo è di arrivare alla cifra fissata di 8mila euro, e se si raggiungerà il traguardo allora la Fondazione Il Cuore si scioglie raddoppierà la cifra raccolta, fino a un massimo di 15mila euro. Una formula già sperimentata nel 2017, anche per progetti realizzati in Valdarno. 

 

Con i soldi che saranno così raccolti, la Cooperativa potrà acquistare dei macchinari per ampliare l’attività lavorativa di 10 ragazzi disabili, favorendone anche il percorso di inclusione sociale sul territorio mediante la creazione di un laboratorio teatrale che si concluderà con uno spettacolo, punto di partenza a sua volta per la creazione di una compagnia teatrale interculturale e intergenerazionale permanente che possa essere uno strumento di mediazione culturale per il territorio.

Soddisfazione per questa iniziativa è stata espressa dall'assessore del comune di Figline e Incisa, Ottavia Meazzini, che ha ricordato come l'amministrazione comunale sostiene da sempre l'attività della Cooperativa; presenti in conferenza stampa anche i presidenti delle sezioni Soci coop del Valdarno aretino e fiorentino, già impegnati nell'organizzazione delle iniziative di raccolta fondi a sostegno di questo progetto. 

 

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati