30, Maggio, 2024

Positivi al Covid o in attesa del tampone, escono per la spesa. Rabbia di Lorenzini: “Comportamenti irresponsabili”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il sindaco di Rignano commenta in un video: “Non possiamo tollerare questo tipo di comportamenti completamente irresponsabili. Chi è positivo, ha sintomi o è in attesa del tampone deve rimanere a casa”. Convocati oggi Carabinieri e Polizia municipale per maggiori controlli

Persone che risultano positive al Covid, che sono contatti stretti in attesa di tampone o comunque hanno sintomi, escono di casa per andare a fare la spesa. Le segnalazioni arrivano da Rignano, dove il sindaco Daniele Lorenzini ha deciso di intervenire con un videomessaggio ai cittadini, facendo appello al senso di responsabilità di tutti. 

"La situazione è complessa, abbiamo tanti casi, ben 264 positivi in questa seconda ondata a Rignano – afferma Lorenzini – è vero che finalmente sono iniziati i vaccini, ma ancora non abbiamo sconfitto questo virus. C'è bisogno di fare ancora attenzione. Purtroppo però mi arrivano segnalazioni di comportamenti veramente irresponsabili da parte, per fortuna, di pochissimi cittadini. Le persone che hanno fatto il tampone non possono uscire di casa: né i positivi, né i contatti in attesa di risposta, né i familiari che hanno sospetti e sintomi. Ci sono invece positivi che regolarmente girano per il paese, nei negozi e così via. Questo non è normale". 

"Noi – aggiunge il sindaco – non possiamo tollerare questo tipo di comportamenti irresponsabili. Oggi, per questo, ho convocato Carabinieri e Polizia municipale perché si approfondiscano i controlli. Non mi obbligate a fare sanzioni alle persone che non rispettano le regole; non ci obbligate a usare metodi che non ci appartengono. La vostra irresponsabilità non può gravare però sulla comunità rignanese. Pochi irresponsabili non possono mettere a rischio salute e sicurezza di tutti i cittadini. Ve lo chiedo con il cuore in mano: solo se ci comporteremo tutti nel rispetto delle regole e degli altri, potremo uscirne". 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati