30, Gennaio, 2023

Ospedale del Valdarno, interrogazione regionale di Casucci (Lega): “Restano palesi carenze, a partire dagli organici”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Una interrogazione in Consiglio regionale per chiedere alla Giunta come intenda intervenire sulle carenze all’Ospedale Santa Maria alla Gruccia: a presentarla è Marco Casucci, consigliere regionale della Lega. “Sono fermamente convinto – spiega Casucci – che i nostri ospedali debbano essere preservati e valorizzati per rispondere appieno alle esigenze dei cittadini. In tale ottica ho predisposto una specifica interrogazione in cui chiedo lumi alla Giunta toscana in merito a palesi carenze rilevate presso l’ospedale della Gruccia di Montevarchi.”

“L’elenco delle mancanze è, purtroppo, lungo – continua l’esponente leghista – a partire dal preoccupante e cronico sovraffollamento del Pronto Soccorso, dove è lampante la penuria di personale, con tutte le inevitabili conseguenze del caso. Gli organici sono ridotti anche nei reparti del centro trasfusionale, in anestesia, rianimazione e pediatria. Altra criticità riguarda il Punto nascite, dove l’apposita vasca per il parto in acqua non è utilizzabile da oltre sei mesi, costringendo le future mamme a non poter utilizzare tale opzione”.

“Oltre a ciò – conclude il Consigliere regionale – pure il reparto di salute mentale potrebbe avere problemi, visto che a breve si dovrà fare a meno di due psichiatri; anche il consultorio necessiterebbe di altro personale ed infine sarebbe utile prevedere la creazione di un servizio assistenziale nei confronti di chi soffre di disturbi alimentari, evitando ai pazienti di doversi necessariamente recare ad Arezzo o Firenze. Insomma, nel nostro atto vogliamo conoscere come si pensi di affrontare tali carenze per far compiere, finalmente, un auspicato salto di qualità all’ospedale montevarchino, punto di riferimento per circa ‪150.000‬ utenti.”

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati