18, Agosto, 2022

Nuove forti scosse di terremoto, avvertite distintamente: magnitudo 3.8 e 4.1. Scuole evacuate o già chiuse in Valdarno

Più lette

In Vetrina

Non si ferma lo sciame sismico che interessa la zona del Chianti. Dalla scossa di stanotte, sono una trentina quelle minori già registrate. Alle 10:39 di stamani un’altra scossa più forte, 3.8; alle 11:36 magnitudo 4.1. Alcune scuole sono state evacuate in Valdarno

Trema ancora la terra in Valdarno, non si ferma lo sciame sismico che sta interessando la zona del Chianti, a metà fra quello senese e quello fiorentino. Nella notte, dalla scossa più forte dell'1:09, sono state una trentina le scosse minori registrare dai sismografi, ma non avvertite per lo più dalla popolazione. 

Alle 10:39 una nuova scossa, più forte di quella di stanotte: magnitudo 3.8 alla profondità di 9,3 km. Anche questa, come quella di stanotte, è stata avvertita distintamente dalla popolazione in Valdarno. Non si rilevano comunque danni al momento. 

Alle ore 11:36 sempre nel distretto sismico della zona del Chianti la scossa è stata di magnitudo 4.1 con epicentro nel comune di San Casciano – Greve. In Valdarno avvertita anche questa molto distintamente, evacuate quasi tutte le scuole: l'Itis di San Giovanni, il Vasari di Figline, il Comprensivo di Castelnuovo dei Sabbioni, la Petrarca di Montevarchi, gli istituti compresivi di San Giovanni e Pian di Scò fra queste. 

Il comune di Rignano ha emesso ordinanza di chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado.

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati