14, Aprile, 2024

“No alla privatizzazione della mensa scolastica”, la posizione di IdeaComune

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

“L’esternalizzazione del servizio mette a rischio la qualità del servizio offerto finora”, commenta il capogruppo di IdeaComune, Simone Lombardi. “Noi non abbiamo votato quella modifica”

Giudizio negativo del gruppo di opposizione in Consiglio comunale a Figline e Incisa 'IdeaComune' sulle modifiche al regolamento del servizio di ristorazione scolastica. Modifiche che il gruppo non ha approvato: "Il 30 marzo il Pd, da solo, ha votato a favore della modifica del Regolamento del servizio di ristorazione scolastica eliminando la possibilità di svolgere il servizio all’interno del Comune di Figline e Incisa".

"Si esternalizza così – commenta il capogruppo Simone Lombardi – un servizio che ha espresso qualità, garantisce ora la necessaria flessibilità, un servizio delicato perché rivolto a minori. IdeaComune ha provato inutilmente ad opporsi a questa deriva privatistica, sia in commissione che alla seduta Consiliare: si tratta dell’ennesimo passo verso l’esternalizzazione dei servizi ai cittadini quali la sanità, le infrastrutture, le risorse energetiche e la gestione dell’acqua". 

"IdeaComune ritiene invece che la soluzione sia nel cercare sinergie con i Comuni limitrofi per aumentare il grado efficienza e contemporaneamente abbattere i costi di gestione, che ricadono sempre sui cittadini; nel difendere il lavoro e le competenze di quanti già operano nel settore, con risultati eccellenti; e nel combattere la privatizzazione che favorisce il lavoro al ribasso, impedendo una reale tutela dei diritti dei lavoratori, troppo spesso sfruttati con contratti al limite del legale".

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati