29, Giugno, 2022

Niente sprechi d’estate: in vigore da oggi l’ordinanza per limitare l’uso dell’acqua potabile

Più lette

In Vetrina

Da mercoledì 15 luglio e fino al termine della criticità idrica, il comune di Rignano chiede a tutti gli utenti un uso estremamente accorto dell’acqua. No al lavaggio dell’auto o dei cortili, no all’acqua potabile per innaffiare o riempire piscine

Entra in vigore dal 15 luglio l'ordinanza del comune di Rignano che punta a ridurre al minimo gli sprechi di acqua potabile durante il periodo estivo. Agli utenti si chiede di utilizzare questa risorsa con accortezza e senza sciupare l'acqua dell'acquedotto per usi che non sono igienici o alimentari. 

"Tutti gli utenti del servizio idrico integrato – si legge nell'ordinanza – facciano un uso estremamente accorto dell’acqua fornita da pubblico acquedotto; gli utenti di tipo domestico del servizio idrico integrato impieghino l’acqua fornita da pubblico acquedotto esclusivamente per gli usi alimentari ed igienico-sanitari". 

Vietato l'uso di acqua pubblica per "lavaggio di cortili e piazzali; lavaggio domestico di veicoli a motore; innaffiamento di giardini, prati ed orti; il riempimento di vasche da giardino, fontane ornamentali e simili, anche se dotate di impianto di ricircolo dell’acqua". L'ordinanza invita poi ad utilizzare alcuni semplici accorgimenti, come "riparare prontamente perdite, anche minime, da rubinetti, sciacquoni, eccetera; installare sui rubinetti dispositivi frangigetto; utilizzare l’acqua di lavaggio di frutta e verdura per innaffiare le piante; utilizzare l’acqua di cottura della pasta per il lavaggio manuale delle stoviglie; impiegare lavastoviglie e lavatrici solo a pieno carico; preferire la doccia al bagno; non far scorrere in modo continuo l’acqua durante il lavaggio dei denti o la rasatura della barba".

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati