07, Agosto, 2022

Morto il regista Giambattista Assanti: gir a San Giovanni le prime riprese de “Il segreto di Hanna”

Più lette

In Vetrina

Il regista morto dopo malattia. A San Giovanni stato due volte: per l’anteprima del film da lui sceneggiato e diretto, “Il giovane Pertini, combattente per la libert”, e per le prime riprese del film sulla shoa. Il ricordo di Francesco Carbini che nel film aveva interpretato il segretario di se stesso

E' morto dopo malattia, all'età di 59 anni, il regista Giambattista Assanti. Il suo nome è stato legato per due volte a San Giovanni ed a Francesco Carbini.

Il regista, infatti è stato una prima volta in città per l'anteprima toscana del film, da lui sceneggiato e diretto, "Il giovane Pertini, combattente per la libertà", il film sul Presidente della Repubblica 'più amato dagli italiani', sul partigiano, sull'uomo, tratto dal libro di Stefano Caretti, massimo studioso della vita di Sandro Pertini. La proiezione tenutasi il 27 novembre 2019 al cinema Masaccio fu organizzata dalla Fondazione Circolo Fratelli Rosselli di Firenze e dall'associazione Sandro Pertini di San Giovanni di cui Carbini è Presidente.

Il regista Assanti è tornato a San Giovanni il 13 settembre 2020 per le prime riprese del film "Il segreto di Hanna", sull'olocausto, tratto dall'omonimo dramma teatrale, basato su una storia vera, scritto proprio da Giambattista Assanti. L'avvenimento fu presentato in Palazzo d'Arnolfo.  Il film si apre proprio a San Giovanni: Francesco Carbini, presidente dell'Associazione Sandro Pertini, interpretato da Massimo Dapporto, e Valdo Spini, che interpreta se stesso, trovano alcune lettere secondo le quali la mamma della protagonista, la pianista francese Suzanne Ducret, interpretata da Angelica Cacciapaglia, sembra essere stata una donna appartenente al regime nazista, vissuta per anni sotto un'altra identità. Carbini, invece, ha interpretato il segretario di se stesso, ovverosia di Dapporto.

Sulla sua pagina facebook Carbini scrive: "Ti voglio ricordare proprio in occasione di quelle due giornate per me indimenticabili, con l’allegria che sapevi trasmettere e con la voglia di non indietreggiare mai. Al figlio Gaetano e a tutti i tuoi familiari un abbraccio sincero da chi non potrà mai dimenticarti".

Articoli correlati