26, Settembre, 2022

Moretti spa e Giulia Capocci: un team d’eccellenza in vista di grandi obiettivi

Più lette

In Vetrina

L’azienda di Bomba che produce e distribuisce ausili e dispositivi medici è lo sponsor ufficiale della campionessa terranuovese di tennis su carrozzina

Entrambi vincitori nel proprio settore, entrambi in continua crescita: sono Giulia Capocci, campionessa di tennis su carrozzina, terranuovese, e la Moretti spa, leader nella produzione e distribuzione di dispositivi medici con sede a Bomba nel comune di Cavriglia. Il loro incontro ha suggellato un legame che durerà tre anni: l'azienda nata nel 1976 è, infatti, lo sponsor ufficiale di Giulia che così potrà cercare di raggiungere uno tra gli obiettivi più importanti da lei ambiti, partecipare cioè ai Giochi della XXXII° Olimpiade che si terranno a Tokyo nel 2020.

“Sarà un supporto importante per raggiungere l’obbiettivo del mio progetto “Tokyo 2020”. Sono felice che un’azienda importante come Moretti spa mi abbia scelta come testimonial per il suo prodotto – afferma Giulia, tesserata della CTGiotto di Arezzo, che sta per chiudere una stagione 2017 tutta in positivo – Gli obiettivi di quest’anno erano e sono molti, ma i 2 più importanti erano vincere contro una top 10, e ci sono riuscita al torneo di Sion di due settimane fa, e chiudere l’anno tra le prime 20/25. E ancora la mia stagione non è finita”.

Filippo Fabbrini, Amministratore Delegato e Direttore Generale della Moretti spa, azienda tra l'altro molto impegnata nel sociale e radicata nel territorio, spiega quali sono state le motivazioni della sinergia con Giulia Capocci.

“La scelta nasce dall'esigenza di promuovere un prodotto nuovissimo e innovativo che la Moretti ha presentato al mercato europeo nel mese di luglio nato dall'acquisto di due brevetti nel mese di marzo. Il prodotto è stato realizzato in tempi record e aveva bisogno di essere promosso in maniera non coerente con la politica commerciale che ha avuto la Moretti finora. Abbiamo quindi pensato di utilizzare una persona immagine per promuoverlo: il primo pensiero è andato allo sport e il secondo al territorio. Abbiamo scelto Giulia perchè, essendo di Campogialli, era la più giusta per questo tipo di rapporto. Tra l'altro Giulia stava cercando uno sponsor perchè ha un obiettivo ambizioso ma secondo noi raggiungibile, quello di arrivare alle Olimpiadi di Tokio nel 2020. La Moretti spa ha scelto di accompagnarla in questo percorso”.

Il primo brevetto di cui parla l’AD della Moretti è il Tiboda. “E' un propulsore elettrico per carrozzine. Può essere installato su ogni tipo di mezzo e serve per potersi muovere in libertà e percorrere anche grandi distanze: ha un'autonomia di 45 chilometri e una velocità massima di 15 Km/h. Il giovane che ha subito una lesione che lo costringe su una carrozzina mantiene comunque inalterate tutte le esigenze dei suoi coetanei e muoversi in una piccola o grande città è difficoltoso. Il nostro sistema permette un aggancio e uno sgancio dalla carrozzina in tre secondi. Il meccanismo da adoperare è semplice e le operazioni da fare sono pochissime rispetto ad altri prodotti similari. E' leggero e trasportabile: si può uscire da casa con il propulsore in macchina e poi usarlo per gli spostamenti. Possono adoperarlo tutte le persone che passano la giornata in carrozzina e che hanno la necessità di muoversi in maniera più agevole e veloce e di svolgere le normali attività quotidiane, come entrare per esempio in un negozio”.

 

“Il secondo brevetto riguarda il sistema di guida. Si tratta di speciali manopole studiate appositamente per i tetraplegici che non hanno più la forza muscolare per usare la mano. Con queste manopole si rende possibile utilizzare il movimento del gomito e della spalla. Ha riscosso sul mercato nazionale un successo enorme. Il Tiboda è già commercializzato da luglio, mentre questo sarà disponibile per la metà di novembre”.

Un'azienda che nonostante abbia compiuto già 40 anni è ancora in forte espansione grazie a dirigenti e personale giovane, motivato e soprattutto competente e che ha mantenuto inalterate le proprie radici e coltivato il proprio attaccamento al territorio. “Siamo diventati una grande azienda ma rimaniamo una realtà familiare. La famiglia è valdarnese da generazioni e molto legata al territorio: questo è dimostrato anche dalle tante attività svolte in sostegno del sociale, dello sport e dell'associazionismo”.

Ed è stato per questo motivo che tre anni fa, andando controtendenza, la dirigenza ha deciso di riportare in Italia, a Bomba, la produzione di alcuni prodotti che venivano commercializzati. Tra questi anche il Tiboda che viene realizzato nella struttura di 20.000 mq dove la Moretti spa è ubicata dal 2004.

“L'azienda di recente ha inoltre deciso di spostare la propria produzione dall'estremo oriente a Bomba. La Moretti spa ha implementato una linea di produzione assumendo personale, spostando la produzione di alcuni prodotti di grande interesse dalla Cina all'Italia: abbiamo una carpenteria metallica, una sezione per l'imballaggio e l'assemblaggio dei prodotti che sono interamente prodotti qui da noi. Negli ultimi tre anni l'incremento prestazionale di questa divisione industriale è stato del 100% l'anno. E le assunzioni sono andate di conseguenza".

Un connubio perfetto, dunque, tra La Moretti spa e Giulia Capocci, per la seconda volta quest'anno campionessa italiana di tennis su carrozzina e con all'attivo tantissimi titoli e riconoscimenti. Adesso insieme guardano alle Olimpiadi di Tokyo 2020: un obiettivo per entrambi importante.

Articoli correlati