10, Agosto, 2022

Molestie e istigazione al suicidio: la Procura apre un’inchiesta sulle offese alla mamma che ha perso la figlia

Più lette

In Vetrina

Intanto nella mattina si sono tenuti in forma strettamente privata i funerali della piccola

Dovranno vedersela con la giustizia coloro che in questi giorni sul web hanno lanciato offese e attacchi contro la donna che mercoledì scorso ha perso la figlia di un anno e mezzo. La Procura di Arezzo, infatti, (come riporta Corriere.it) ha aperto un'inchiesta parellela a quella già in atto per la morte della piccola: i reati che potrebbero configurarsi sono molestie, istigazione al suicidio, diffamazione aggravata.

Se è vero, come lo è, che sono state tantissime le persone che si sono strette intorno alla mamma e alla sua disperazione, comprendendo la tragedia che l'ha travolta, è altrettanto vero che ve ne sono state altre che invece hanno giudicato, accusato e soprattutto offeso. Per questo motivo i familiari sono stati costretti a chiudere il suo profilo facebook e quello del marito.

Saranno i commenti e i post di quest'ultime persone che passeranno al vaglio del Procuratore di Arezzo.

Intanto nella mattina si sono svolti i funerali della piccola in forma strettamente privata.

Articoli correlati