22, Aprile, 2024

Mitigazione del disagio ambientale: San Giovanni e Terranuova modificano la convenzione e gli interventi sul territorio

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

I Comuni di San Giovanni e Terranuova modificano la convenzione stipulata nel 2017 per la realizzazione di lavori che migliorino la situazione delle popolazioni residenti nelle vicinanze della discarica di Podere Rota. La variazione riguarda la sostituzione di uno degli interventi programmati con altre due opere.

La convenzione prevedeva un totale di un milione e mezzo di euro in favore del Comune di San Giovanni Valdarno per un importo annuo di 300 mila euro. Parte di queste risorse sono già state utilizzate attraverso la realizzazione di due rotatorie all’altezza del Ponte Pertini, la manutenzione straordinaria dei lungarni, la messa in sicurezza dei passaggi pedonali di lungarno Risorgimento, la sistemazione della strada diretta al cimitero della Badiola, i lavori di adeguamento della scuola Doccio (primo lotto), il marciapiede tra lungarno Fratelli Cervi e via Galimberti.

Dopo il diniego della Direzione difesa del suolo e protezione civile (settore Genio Civile Valdarno Superiore) alla realizzazione di una pista ciclabile a fianco del tratto finale del Borro delle Ville, i due enti hanno concordato di destinare l’importo di 66 mila euro, originariamente previsto per questo intervento, per altre due opere: 33 mila euro per la redazione dello studio idraulico e la messa in sicurezza del Borro delle Ville che scorre su entrambi i territori, con annessa installazione di un sistema di allarme acustico-visivo posizionato in via della Resistenza all’altezza del cavalcavia ferroviario; 33 mila euro per la realizzazione di un’area a verde attrezzata da localizzare nel quartiere Oltrarno.

“Abbiamo accolto – ha detto il Sindaco di Terranuova, Sergio Chienni – su richiesta del Comune di San Giovanni Valdarno una proposta di modifica, apportando delle variazioni al cronoprogramma degli interventi non ancora realizzati ed alla sostituzione di uno di questi con due differenti opere, comunque finalizzate alle aree limitrofe agli impianti”.

“La collaborazione tra Comuni risulta fondamentale – continua il Sindaco Vadi – quando si tratta di far fronte a prescrizioni o dinieghi da parte degli enti di controllo del territorio, in particolar modo quando l’obiettivo è realizzare opere destinate a tutti i cittadini”.

Rimane confermata la previsione degli interventi di riqualificazione del viale Gramsci e la realizzazione di un giardino attrezzato alla Badiola, prevedendo una modifica del cronoprogramma con aggiudicazione dei lavori entro il 2023.

Inoltre, il Comune di Terranova Bracciolini ed il Comune di San Giovani Valdarno, con lo scopo di ridurre il disagio dei cittadini di entrambi i territori, hanno deciso congiuntamente di intervenire con risorse proprie a valere sui singoli bilanci comunali nella misura del 50% per ciascun ente, nella manutenzione della viabilità secondaria bianca che collega il lottizzo “Capriolo”, in località Le Ville, con la rotatoria posta in zona Le Caselle, per l’importo massimo cadauno di 15 mila euro.

Articoli correlati