03, Dicembre, 2022

Le Feste del Perdono fanno tappa a Incisa, dove cinquant’anni fa nasceva il Palio dei Ciuchi

Più lette

In Vetrina

Era il 1967 quando un gruppo di incisani ideò il Palio dei Ciuchi fra le sei Contrade di Incisa: lunedì si corre la 37esima edizione (dopo una lunga pausa, fu ripreso nel 2014). È l’evento clou del Perdono di Incisa, che si apre venerdì

È il fine settimana delle Feste del Perdono di Incisa: dal 15 al 19 settembre gli eventi curati, in collaborazione con l'amministrazione comunale, dalla Pro Loco “Aldo Caselli” e dalle Contrade di Incisa che si contenderanno il 37° Palio dei Ciuchi, l'evento clou delle festività.

La corsa dei ciuchi nasceva in realtà mezzo secolo fa: era il 1967 quando un gruppo di incisani ideò questa sfida fra le contrade, che dopo una lunga pausa è stata ripresa e riportata in vita nel 2014. 

Il Perdono si aprirà nel pomeriggio di venerdì 15, con il luna park al campo sportivo di via Olimpia: per l’occasione, i biglietti saranno venduti a metà prezzo. In lungarno Matteotti, piazza Santa Lucia e piazza Auzzi gli stand enogastronomici, quelli della mostra mercato di antiquariato e modernariato: saranno presenti per tutta la durata della Festa. 

Sabato e domenica pomeriggio in piazza Santa Lucia si terranno le esibizioni del Gruppo Sport e Cultura, e poi concerti, dimostrazioni e molto altro (qui il programma completo). Domenica 17 gli eventi partiranno fin dal mattino, con la 32° rassegna della Moto italiana e la fiera mercato. Da piazza Auzzi partirà la manifestazione podistica “Corri Incisa”, in formula doppia: una corsa non competitiva di 12 km e un’eco passeggiata di 5 km.

Lunedì è il giorno delle Contrade: alle 20,30 da piazza Mazzanti partirà poi la sfilata in costume per le vie di Incisa, che terminerà in piazza Pertini, mentre alle 21,30 inizieranno i giochi del 37° Palio dei Ciuchi. La festa si chiuderà martedì 19, con i tradizionali fuochi d’artificio sull'Arno.     

"Anche in questo caso – ha spiegato l'assessore Tilli – abbiamo dovuto garantire misure di sicurezza più stringenti rispetto al passato. Ringrazio per questo non solo la Pro loco, le Contrade e gli organizzatori, ma anche le associazioni di volontariato di Protezione civile che ci danno una mano su questo fronte". Vietata la somministrazione e il consumo di bevande in vetro nelle strade del centro interessate dagli eventi, come previsto dall'apposita ordinanza. 

 

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati