30, Novembre, 2022

Il tratto tra Montanino e Cascia di nuovo al centro delle polemiche. Calò: “Mettere in sicurezza la strada della Costa: curve pericolosissime”

Più lette

In Vetrina

Mancata messa in sicurezza della strada “La Costa al Borgo” tra Borgo a Cascia e Ponte all’Olivo: curve pericolosissime gli incidenti sono all’ordine del giorno. Andrea Calò di Rifondazione presenta un’interrogazione e lancia l’appello: “Garantire l’incolumità dei cittadini”

Curve pericolosissime e incidenti all’ordine del giorno. Andrea Calò, di Rifondazione Comunista, torna a puntare il dito sulla mancata messa in sicurezza della strada “La Costa al Borgo” tra Borgo a Cascia e Ponte all’Olivo.
 
I cittadini da anni chiedono interventi urgenti per risolvere gli attuali problemi: scarsa tenuta del manto stradale, mancanza di asfalto drenante, così come di segnaletica e cartellonistica adeguate, segnalatori nei punti più pericolosi ed illuminazione per diminuire il numero degli incidenti.
 
Calò chiede all’amministrazione “se sia intenzionata ad intervenire, se siano stati effettuati rilievi e studi in merito per garantire la sicurezza stradale, se siano state stanziate risorse nella programmazione e pianificazione di interventi atti a garantire la sicurezza e l’incolumità ai cittadini”.
 
“Si tratta di una strada strategica, a forte percorrenza e ad alta incidentalità soprattutto nelle curve – sottolinea il consigliere di opposizione – L’incidentalità non è dovuta alle imperizie dei cittadini ma alle numerose criticità che presenta il manto stradale. La strada si trova in una zona di calanchi, ad elevata umidità, all’ombra e soggetta a consistenti banchi di nebbia e a ghiaccio. Il manto stradale non tiene, non c’è l’asfalto drenante, così come adeguata manutenzione. I cartelli ed i segnali stradali sono insufficienti”.
 
“L’amministrazione comunale pur essendo perfettamente a conoscenza della pericolosità di quella strada in prossimità delle curve, una delle quali pericolosissima – si sono verificati capovolgimenti di autovetture, sbandamenti, uscite dalle carreggiate, e tamponamenti – non è a tutt’oggi prontamente intervenuta a garantire l’incolumità dei cittadini, a contribuire a diminuire e/o eliminare i numerosi incidenti sulla strada (gran parte dovuti alla pericolosità della stessa) prevedendo interventi di miglioramento e di riqualificazione viaria”.
 
Per questo Andrea Calò chiede alla giunta di intervenire celermente e di riferire sugli interventi che sono stati eventualmente programmati.
 

Articoli correlati