25, Giugno, 2024

La baby-Aquila si arrende all’esordio: 4-0 per la Sinalunghese

Più lette

Poker dei fiorentini al Brilli Peri contro un Montevarchi più “verde” che mai: sei fuori quota nel primo tempo, otto nel secondo. Ma allo stadio è comunque festa per 400

La prima uscita stagionale del nuovo Montevarchi si chiude con una rotonda sconfitta: finisce 4-0 per la Sinalunghese, punteggio che rende un po' più amara la serata del debutto aquilotto tanto atteso dai tifosi arrivati in 400 a seguire la squadra, numeri come al solito impressionanti per una partita del pre-campionato di Promozione. Come si usa dire, è solo calcio d'agosto. Le attenuanti non mancano, prima fra tutte il battesimo di fuoco toccato ai tanti giovani gettati subito nella mischia dallo staff tecnico rossoblù.

Gianni Picchioni mette sei fuori quota nella formazione del primo tempo. Nella ripresa arriva a giocare con otto giovani su undici. Molti, quasi tutti, alla prima partita in assoluto a livello senior. Giusto che i ragazzi capiscano subito quello che li aspetta nei prossimi nove mesi.

Intanto tutti e 22 gli aquilotti hanno l'occasione di assaggiare il campo per la prima volta in stagione, compreso l'ultimo arrivato Giuseppe Sguera e il suo compagno di reparto Federico Cuccoli aggregatosi al gruppo con qualche giorno di ritardo. Unico assente Roberto Nofri, out per un leggero infortunio muscolare.

Dall'altra parte una squadra di categoria superiore, ben attrezzata anche per l'Eccellenza, con l'undici titolare in campo, venti giorni di preparazione e tre amichevoli alle spalle ha riscosso i dividendi nella ripresa, dopo un primo tempo piuttosto equilibrato e con un'occasione per parte.

Tempo di rimettersi al lavoro perché sabato si torna in campo: l'Aquila sfiderà la Chiantigiana in trasferta a Gaiole, appuntamento ormai classico dell'estate rossoblù.

Articoli correlati