30, Maggio, 2024

Isidoro del Lungo, taglio del nastro dopo la ristrutturazione. Prosegue la raccolta di immagini e testimonianze per celebrare il centenario

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Questa mattina è stata inaugurata la scuola Isidoro del Lungo dopo i lavori di manutenzione e ristrutturazione che hanno interessato tutto l’edificio. Grande festa in vista di quella per i cento anni dalla costruzione: docenti e alunni a lavoro per raccogliere documenti e fotografie per ricostruire la storia della prima scuola di Montevarchi

La scuola Isidoro del Lungo, la prima scuola di Montevarchi nata quasi cento anni fa, è stata inaugurata dopo i lavori di ristrutturazione. Taglio del nastro questa mattina alla presenza della giunta comunale, del dirigente scolastico, dei bambini dell’Infanzia e della scuola Primaria con le insegnanti e i tecnici dell’ufficio comunale.
 
“Si tratta della prima scuola di Montevarchi, che ha sempre vissuto la storia della città e ne segue i cambiamenti. Le insegnanti stanno lavorando al progetto per ricostruire la storia della scuola e della città, raccogliendo tutto il materiale degli ex alunni e dei cittadini” – ha spiegato l’assessore Giovanni Rossi – “Un edificio che ha fatto da prototipo per altri plessi scolastici e tra le prime in Italia ad avere la mensa”.
 
All’interno della scuola, infatti, è già stata allestita una mostra sull’Isidoro del Lungo con disegni dei bambini, fotografie e alcuni documenti. Obiettivo adesso è raccogliere più materiale possibile (foto, pagelle, racconti, documenti) in occasione del prossimo traguardo dei cento anni per ricostruirne la storia e, allo stesso tempo, quella di Montevarchi. L'inizio dei lavori, infatti, risale al 1915, dopo la Prima Guerra Mondiale, e aprì ufficialmente a gennaio del 1920.
 
Prima del taglio del nastro, il sindaco Grasso ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato al ripristino di una scuola così storica. Inoltre, ha ricordato ai bambini e a tutti di avere cura delle proprie classi, l’ambiente e tutto ciò che fa parte della scuola, date le difficoltà per portare avanti lavori di manutenzione di questo livello.
 
“È stata ristrutturata la copertura, con lo smaltimento dell’eternit e il ripristino di un nuovo manto per il tetto. Sono stati ricostruiti i cornicioni, le facciate, è stata effettuata una nuova tinteggiatura e sono stati cambiati gli infissi esterni”, ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Arianna Righi. Il progetto è stato finanziato dal Ministero per un valore di 500.000 euro. “Inoltre, il comune ha provveduto con fondi propri a risistemare il resede e la recinzione”, ha aggiunto Righi, che ha lanciato anche un appello al governo perché la manutenzione e ristrutturazione dei plessi scolastici è un progetto fondamentale, ma difficile da realizzare senza il contributo ministeriale.
 
Anche Valdarnopost collabora al progetto per la raccolta del materiale e delle documentazioni per il progetto legato all’anniversario della scuola, con una piattaforma dedicata. Oppure è possibile rivolgersi all’ufficio InComune di Montevarchi.

 

Articoli correlati