15, Agosto, 2022

Quattro eventi in occasione del Capodanno toscano: protagoniste le arti visive

Più lette

In Vetrina

Tre conferenze e un concorso dedicati al Capodanno toscano. Questi gi eventi organizzati dal Comune di San Giovanni Valdarno che vedono coinvolti i musei cittadini. Quattro iniziative che offrono una riflessione multidisciplinare che intreccia arte, storia, teologia e filosofia e che offre importanti elementi per leggere e vivere il tempo attuale

Il Comune di San Giovanni Valdarno, con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscana, ha organizzato tre eventi e un concorso dedicato alle scuole per promuovere la conoscenza del Capodanno toscano. Il primo appuntamento è domani, venerdì 9 aprile con “Il tempo sacro del Medioevo”.

Tre conferenze on line intorno al tema dell’annunciazione e un concorso dedicato alle scuole secondarie di primo grado. Gli eventi, ai quali si aggiunge la conferenza che si è svolta il 26 marzo scorso sull’ “Iconografia dell’Annunciazione”, si inseriscono infatti fra le celebrazioni ufficiali del Capodanno toscano che si è celebrato il 25 marzo, giorno in cui la Chiesa cattolica ha collocato il giorno dell’apparizione dell’Arcangelo Gabriele a Maria, in corrispondenza del nono mese antecedente la nascita di Gesù. La data coincide con il periodo di risveglio della natura e di vita nuova corrispondente alla stagione primaverile.

“Un rinnovamento simbolico – ha commentato l’assessore alla cultura Fabio Franchi – su cui si fonda in modo particolare il programma presentato quest’anno, affinché la cultura e la storia si pongano sempre di più come elementi preziosi per promuovere un percorso di rigenerazione dopo il difficile periodo pandemico. Il progetto promuove infatti un dialogo serrato fra passato e contemporaneità, abbracciando, oltre all’età medievale e moderna, anche la contemporaneità e offrendo occasioni di riflessione calate nella nostra stretta attualità. La festa dell’Annunciazione è un evento a noi particolarmente caro perché il nostro Comune custodisce una delle opere più intense e significative della storia dell’arte, l’Annunciazione del Beato Angelico, collocata nel Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie”.

In apertura di tutti gli appuntamenti ci saranno i saluti istituzionali di Valentina Vadi, sindaco del Comune di San Giovanni Valdarno e di Fabio Franchi, assessore alla cultura. Si inizia domani, venerdì 9 aprile alle ore 18 con la conferenza a cura di Pasquale Porro “Il tempo sacro del Medioevo” fruibile dalla pagina Facebook del Museo delle Terre Nuove. Si prosegue sabato 10 aprile, sempre alle 18, con la conferenza a cura di Saretto Cincinelli dal titolo “Annunciazioni”, on line dalla pagina Facebook di Casa Masaccio Centro per l’arte contemporanea. Il 15 aprile prenderà il via il concorso sull’iconografia dell’Annunciazione rivolto alle scuole secondarie di primo grado. 

Ultimo appuntamento quello del 23 aprile alle ore 17,30 con la conferenza a cura di Michel Feuillet “Beato Angelico – L’Annunciazione di San Giovanni Valdarno – Arte e spirito”. In apertura e in chiusura sarà possibile ascoltare le letture di Lorenzo Michelini con intermezzi musicali a cura dell’Accademia musicale valdarnese. La regia sarà coordinata dal giornalista Fabrizio Mandorlini, coordinatore dell’associazione Terre di Presepi, e l’evento sarà visibile in streaming sulla pagina Facebook del Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie.

Tutti gli appuntamenti sono fruibili gratuitamente dalla piattaforma Civicam.it, sulle pagine Facebook dei singoli musei e sulla pagina Facebook del Comune di San Giovanni Valdarno e sono sottotitolati per il pubblico di sordi e ipoudenti.

Articoli correlati