22, Giugno, 2024

Il Valdarno al ‘Salone del Gusto’. Terranuova presenta due progetti per valorizzare i prodotti locali

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

In occasione dell’evento la Condotta Slow Food Valdarno, in collaborazione con le amministrazioni locali e l’ufficio relazioni con il pubblico di Montevarchi, sabato 25 ottobre organizza una visita alla manifestazione che si terrà al Lingotto Fiere di Torino dal 23 al 27 ottobre.

Salone del Gusto di Torino:  il Valdarno, con i comuni di Terranuova, San Giovanni, Cavriglia, Montevarchi, Pergine, Loro Ciuffenna, Laterina, Bucine e Castelfranco Piandiscò, sarà presente all'evento con uno stand che avrà il compito di raccontare ai visitatori i tanti progetti e le tante tipicità di un comprensorio ricco di presidi e particolarità enogastronomiche. Terranuova, in maniera particolare, presenta due progetti di valorizzazione delle produzioni locali

Per l’occasione, la Condotta Slow Food Valdarno, in collaborazione con le amministrazioni locali e l’ufficio relazioni con il pubblico di Montevarchi, sabato 25 ottobre organizza una visita alla manifestazione che si terrà al Lingotto Fiere di Torino dal 23 al 27 ottobre. Prevista la partenza da Montevarchi alle 5.30 e dal casello Valdarno di Terranuova alle 5.45. e ripartenza da Torino alle ore 18. Le prenotazioni possono essere effettuate presso l’ufficio “InComune” in via Isidoro del Lungo a Montevarchi.

“Abbiamo accolto molto volentieri questo progetto promosso da Slow Food di compartecipare, insieme agli altri comuni del Valdarno, a questo importante appuntamento enogastronomico. Sarà un’ottima occasione per raccontare e promuovere il nostro territorio attraverso le produzioni locali”, ha spiegato Caterina Barbuti assessore alla promozione del territorio.

Per il terzo anno il comune di Terranuova presenta al Salone del gusto il progetto “Pappa Toscana”.

“Il progetto dal 2009, anno di nascita, ha subito considerevoli evoluzioni ed oggi è un vero e proprio servizio che caratterizza la mensa del nostro asilo nido dove vengono cucinati e consumati solo prodotti biologici e a chilometro zero – ha sottolineato Mara Mammuccini, dirigente servizi alla persona – Credo che sia uno dei pochi esempi, forse l’unico in Toscana, in cui una mensa viene rifornita con alimenti provenienti esclusivamente da produzioni locali. Grazie all’impegno profuso in questi anni, siamo riusciti ad ottimizzare anche il rapporto qualità/prezzo riducendo i costi dei prodotti e trovando accordi con gli stessi produttori che adesso programmano le loro colture in base alle necessità di fornitura della mensa”.

L'altro progetto con cui il comune di Terranuova parteciperà al Salone del Gusto è quello sulla valorizzazione e la tutela del fagiolo zolfino. Per questo sarà presente anche l’Associazione Produttori Fagiolo Zolfino della Setteponti impegnata nel monitoraggio e nelle verifiche sul campo per garantire la qualità delle coltivazioni.

 

Articoli correlati